Opera Padre Pio: nel 2013 aumentano le richieste degli italiani in difficoltà

opera padre pio Fano 17/01/2014 - Agli inizi del 2014 è tempo di bilanci per l'Opera Padre Pio di San Paterniano, e il Presidente Gabriele Darpetti fa il punto della situazione. Una situazione, che come ha spiegato egli stesso nel corso di una conferenza stampa, risente sempre più delle criticità della crisi economica.

"Oggi otteniamo virtualmente i 12.000 euro che il Comune ci destina. E' un periodo di profondi tagli, e questa cifra è molto importante perchè le associazioni che finora ci hanno sempre dato una mano ora sono in seria difficoltà."

I numeri dell'Opera Padre Pio sono numeri da crisi, come ha illustrato Darpetti: "Nel 2013 abbiamo erogato 39.500 pasti per una media di 70 pasti giornalieri (comprese le cene, le colazioni, i pasti d'asporto e i pasti dei volontari e i lavoratori di pubblica utilità). L'aumento di richieste più forte l'abbiamo osservato dal 2010 al 2012, ma comunque le domande sono in costante crescita, con una percentuale del 40% per quanto riguarda gli italiani." L'Opera offre ai cittadini in difficoltà anche la possibilità di fare la doccia e di dormire nei propri locali: le persone accolte (da un minimo di 1 notte ad un massimo di 10) sono state oltre 300 (70% uomini e 30% donne).

Altro fondamentale servizio offerto dall'Opera Padre Pio è sicuramente quello della distribuzione degli indumenti usati: "Il lunedì e il venerdì -ha illustrato Darpetti- chi ha bisogno di abiti può accedere al centro di via Mura Sangallo, aperto a giugno. Qui avviene la distribuzione, mentre la raccolta viene effettuata nell'ex chiesa di Centinarola, in via Brigata Messina. Nel 2013 sono stati distribuiti abiti a 868 persone, e in aumento è la percentuale degli italiani richiedenti, arrivati al 25%."






Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2014 alle 15:34 sul giornale del 18 gennaio 2014 - 628 letture

In questo articolo si parla di fano, Poveri, mensa, opera padre pio, crisi, news, dormitorio, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Xda