Confcommercio: 'La piscina di Serfilippi...'

Renzo Capecchi nuovo presidente Confcommercio Fano Fano 14/01/2014 - La piscina fa parte dei sogni perduti della Giunta Aguzzi e la proposta dell’Assessore Serfilippi di costruirne una alla Chiaruccia non ci sorprende.

Urbanisticamente destinata nella zona sportiva Trave, dove è logico che stia, assieme alle altre strutture sportive importanti già esistenti, la piscina è una di quelle opere che una cittadina di 65mila abitanti merita da tempo.

Serfilippi propone di realizzarla coi proventi di immobili comunali. Vendere proprietà comunali non è la migliore politica che si raccomanda ad un Comune virtuoso. Così mi permetto di far notare che il terreno all’ex-zuccherificio di proprietà comunale è attiguo a quello di 20mila metri già passato commerciale con la variante e che quindi si andrebbero a sommare formando un blocco commerciale di 35mila metri quadri. Serfilippi con disincantato opportunismo vorrebbe la piscina non a costo zero ma a scapito del piccolo commercio e di migliaia di famiglie di esercenti già stremati. Incamerare liquidità dalla vendita di immobili dovrebbe essere un operazione rivolta ad investimenti strutturali di opere pubbliche e non per coprire buchi di bilancio o per far cassa. Un esempio sconcertante è stata la vendita dei negozi a palazzo Gabuccini. E' stato semplicemente maldestro alienare negozi che acquistati dai privati rendono loro 150mila euro all’anno.

La estemporanea proposta di Serfilippi è solo la riprova di quanta mancanza di programmazione e di quanta approssimazione sia capace questa Giunta Aguzzi che arrivata ad esaurimento cerca soluzioni brillanti nel crepuscolo della mediocrità. Proponiamo che il Comune e chi verrà dopo le elezioni cambi destinazione ai terreni comunali commerciali in verde pubblico. Pensiamo invece che nel futuro gli eventuali milioni ricavati dall’alienazione di beni pubblici debbano essere impegnati nel rilancio turistico della città con la ristrutturazione di tutto viale Cairoli con un ampio sottopasso assieme alla sistemazione dei lungomare Torrette e Marotta. La piscina è importante, ma a Fano in materia di opere pubbliche di rilevanza, pensiamo che la priorità debba stare su scelte che marcano la città sul turismo balneare e culturale. I balbettanti sproloqui di Aguzzi sui suoi 10 anni di turismo fanese gridano una risposta forte e chiara da parte della nostra economia: rilancio dell’economia turistica con progetti e politiche strutturali.


da Renzo Capecchi
Presidente Confcommercio Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2014 alle 16:00 sul giornale del 15 gennaio 2014 - 749 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, presidente, Luca Serfilippi, renzo capecchi, confcommercio fano, piscina chiaruccia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/W46


massimo ceresani

15 gennaio, 18:57
Son già due volte (dopo la polemica con Santorelli) che mi trovo d'accordo con Capecchi. Certo però che nel discorso sul turismo non va disgiunto il progetto-piscina. Una proposta di ubicazione di questo/a è inserita a commento dell'intrervento di Serfilippi.




logoEV