Campagna per il decoro urbano: la vignetta direttamente dalla matita del sindaco Simoncini

1' di lettura Fano 01/10/2013 - Campagna di comunicazione in-house del Comune di Osimo dove è lo stesso sindaco Stefano Simoncini a firmarla con una simpatica vignetta che richiama i cittadini proprietari di cani a raccogliere gli escrementi dei loro animali domestici utilizzando sacchetto e guanti. Una pratica a dire il vero non sempre rispettata con nocumento più o meno grave per gli spazi pubblici. Salate le multe verso i padroni incivili: dai 100 ai 450 euro. I cani, come naturale, non hanno colpe.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2013 alle 17:27 sul giornale del 02 ottobre 2013 - 3642 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, vivere osimo, decoro urbano, roberto rinaldi, campagna comunicazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Sva


Commento modificato il 01 ottobre 2013

D'accordissimo con il sindaco e molto eloquente la vignetta,ho i cani ed i sacchettini con me,ma anche il Comune deve dare il proprio contributo affinchè si renda la vita dei nostri amati animali un pò più serena e cioè aderire alla legge approvata con il Decreto del fare,in agosto,che riguarda gli animali da compagnia.Vi sono diritti e doveri,ma la gente e specialmente negozianti e uffici prendono ad esempio solo i doveri,tralasciando i diritti o sconoscendoli.Quindi chiedo che venga fatta una campagna di sensibilizzazione sul questo tema che tocca tantissime persone ed i relativi animali. Basterebbero dei depliant esaustivi sui diritti-doveri delle persone con animali e si eviterebbero equivoci e lamentele. Per esempio,è possibile che non possa più entrare nel gazebo della Società operaia con i miei cagnolini,ripeto,il gazebo,mentre si può fumare tranquillamente? Un'altra cosa che non mi va giù è i perbenismo di alcuni proprietari di bar o locali pubblici che si strappano i capelli alla vista di un cagnolino al guinzaglio dentro il proprio locale,ho subito anche scene di isterismo!!!...Ricordo a lor signori e anche alla Amminist

...ratori(per eventuali "sensibilizzazioni") che la legge impone agli esercenti di bar,ristoranti,alimentari e affini,l'uso obbligatorio da parte degli operatori e in molti casi,anche per gli utenti,di guanti in lattice monouso e cappellino o sacchetto in testa e la roba alimentare,nei bar e altri locali affini,non deve essere a contatto libero con la gente. Avete mai visto in atto queste elementari norme igienico-alimentari? Io mai!!!E peggio che è tutto normale anche per i preposti al controllo!!! Però se prendo un caffè con il mio cagnolino seduto vicino la mia gamba,molti "benpensanti" si indignano e si "schifano"...Ma purtroppo è la tara che abbiamo noi umani! Saluti

Donnini Anna

01 ottobre, 20:23
Finalmente dei controlli in questo senso, io con me ho sempre una paletta e due sacchetti, nella mia zona via coppi ci sono persone che raccolgono le feci dei loro cani e altre che non lo fanno e giorno dopo giorno il poco verde viene sporcato, penso che bisognerebbe mettere dei cartelli per informare circa le multe sperando che le cifre abbastanza alte, facciano cambiare questa abitudine e quindi il verde tornerà ad essere splendente.