Una rotatoria nell'incrocio dell'ultimo incidente in via D'Ancona. Simoncini: 'quella strada è della Provincia'

1' di lettura Fano 18/09/2013 - Non corrisponde completamente al vero quanto riportato dal Resto del Carlino sulla situazione viaria nel tratto interessato dal grave incidente di tre giorni fa. Il sindaco Stefano Simoncini intende precisare che la strada è provinciale, spetterebbe quindi all’ente provvedere al rifacimento della segnaletica orizzontale.

Il manto stradale non è dissestato (come riportato erroneamente) per i lavori della fognatura. L’intervento, comunque in programma, non è stato ancora realizzato. Lo stato dell’asfalto è dovuto all’usura, tanto che in più occasioni il primo cittadino aveva chiesto alla Provincia di provvedere alla sua sistemazione.

Alla fine, dopo aver sollevato il problema anche al prefetto, la Provincia ha provveduto con un intervento di “minima”. Il progetto della rotatoria nei pressi dell’Eurospin è pronto dopo che innumerevoli procedure legate alla lottizzazione dell’area ne avevano rallentato l’iter. Il sindaco, dopo 3 anni di contatti e sollecitazioni, è riuscito a chiudere la procedura facendo inserire la sua realizzazione tra gli oneri di urbanizzazione del P.P.E. di San Biagio.

Intanto il primo cittadino esprime tutta la propria vicinanza alla famiglia del diciassettenne, cui i medici sono riusciti a salvare la gamba. Nella zona, ai fine di migliorare la sicurezza degli utenti, è stato installato anche un autovelox a seguito del quale sono sorte persino delle polemiche che ad oggi sembrano sempre più pretestuose. Sarebbe necessario un maggior senso civico tra gli utenti della strada ed il rispetto del codice. Sulla viabilità il Comune ha fatto e sta facendo molto, ma non può assumersi oneri che spetterebbero ad altri enti. Purtroppo il difficile momento economico non permetti anche a questi ultimi di intervenire come sarebbe necessario.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2013 alle 16:00 sul giornale del 19 settembre 2013 - 2803 letture

In questo articolo si parla di attualità, incidente, osimo, san biagio, Comune di Osimo, rotatoria, asfalto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RUV


Commento modificato il 19 settembre 2013

In poche parole: "Arrangiatevi,non sono fatti miei!!!". Ma l'importante che è solidale con i genitori dei feriti e dare la cittadinanza onoraria a Sgarbi...importantissimo!!! In molti casi, per il primo cittadino,il silenzio risulterebbe d'oro!

sono un paio di anni che quel tratto di strada è una specie di mulattiera,la mia abitazione è adiacente alla strada e quando passano mezzi pesanti in casa c'è il terremoto a causa del dissesto stradale, pochissimi rispettano il limite dei 60 orari e del divieto di sorpasso, controlli delle forze dell'ordine si vedono qualche volta all'anno per circa un quarto d'ora il sabato o la domenica mattina quando passano pochissimi veicoli; poi hanno messo l'autovelox che non serve a niente a metà della discesa dell'aspio, appena superato i veicoli riprendono velocità rapidamente e dove serviva veramente cioè alla fine della discesa dove ci sono incroci e attraversamenti pedonali, la situazione di pericolo è identica a prima dell'autovelox. viva l'Italia (che non c'è più) ; e poi hanno dato la cittadinanza onoraria a sgarbi, ho detto tutto...............

niccolò rusi

19 settembre, 10:36
Gli autovelox automatici possono essere messi solo al di fuori delle zone urbane. Oggi infatti l'autovelox è appena prima del segnale rettangolare bianco con scritta nera. Per le strisce si potrebbe mettere un semaforo, ma è molto costoso. Anche se vicino l'elettrauto nella strada che va da Smindolo a San Biagio c'è un semaforo inutilizzato che si potrebbe spostare.