'Bike sharing', da settembre 76 bici pubbliche a disposizione di cittadini e turisti tra Pesaro e Fano

Minardi, Papi e Biancani in Piazzale Collenuccio postazione bici 3' di lettura Fano 25/07/2013 - Dodici postazioni di bike sharing (biciclette pubbliche) tra Pesaro e Fano e 76 nuove bici (37 a Pesaro e 40 a Fano) a disposizione di cittadini e turisti per spostamenti tra le due città attraverso le piste ciclabili, o all’interno delle città stesse (lasciando l’auto ai parcheggi e prendendo le bici) e perfino per collegamenti con le aree portuali.

E’ quanto prevede il progetto realizzato dalla Provincia di Pesaro e Urbino e interamente finanziato dall’Unione europea (nell’ambito di Adrimob) per 80mila euro, che ha già preso il via con l’installazione di una postazione in Piazzale Collenuccio a Pesaro (4 bici) e che verrà completato a settembre con postazioni nell’area portuale adiacente a Calata Caio Duilio (8 bici) e al “Rossini Center” (8 bici), implementando anche il servizio in Piazzale della Libertà (8 nuove bici), al parcheggio San Decenzio (4), alla stazione FS/Adriabus (4) ed inserendo 6 nuove postazioni a Fano (4 bici al porto in collaborazione con Marina dei Cesari, 8 sempre al porto vicino al “Pesce Azzurro”, 8 alla stazione ferroviaria/Adriabus, 8 al Pincio, 4 nel parcheggio ex Cif e 8 vicino al Foro Boario). L’iniziativa è stata illustrata dagli assessori provinciali Domenico Papi (Mobilità e trasporti), Renato Claudio Minardi (Turismo), dall’assessore alla Mobilità del Comune di Pesaro Andrea Biancani e dall’assessore alla Viabilità del Comune di Fano Michele Silvestri, in occasione della firma del protocollo d’intesa tra la Provincia e i due Comuni.

“In un momento in cui le risorse sono sempre di meno – ha spiegato l’assessore Renato Claudio Minardi – la Provincia è riuscita a realizzare e a farsi finanziare con fondi comunitari un progetto importante nell’ambito della mobilità sostenibile, che fa perno sui due porti di Pesaro e Fano e sulla pista ciclabile che collega le due città. L’iniziativa è partita nel periodo in cui avevo la delega alla Mobilità e trasporti e voglio ringraziare di cuore gli uffici della Provincia, in particolare Claudia Paci, Giovanni Romanini, Clara Santini e Barbara Lini, per aver elaborato e seguito passo passo questo progetto, cercando risorse europee e gestendo le complesse fasi per portare a buon fine l’iniziativa”.

“Sono molto contento – ha detto l’assessore Domenico Papi – perché si concretizza un progetto a cui sono subentrato nella parte finale e che ho subito apprezzato per l’intelligenza del percorso: i finanziamenti europei sono stati fondamentali, così come è stata importante la collaborazione con i Comuni di Pesaro e Fano, che si occuperanno della gestione e manutenzione delle postazioni di bike sharing”.

“Nel Comune di Pesaro il servizio di bike sharing è attivo dal 2006 – ha sottolineato l’assessore alla Mobilità Andrea Biancani – e ad oggi abbiamo consegnato circa 600 chiavi, di cui 260 nel 2012 e 125 nei primi sei mesi del 2013. E’ cresciuta tra i cittadini la sensibilità verso l’utilizzo delle biciclette. Al di là del servizio integrato bus – bici, sarà possibile con la stessa chiave utilizzare bici sia di Pesaro che di Fano, ma anche di località in cui è previsto lo stesso servizio, come Senigallia, Bologna, Imola, Ferrara”.

“Ringraziamo la Provincia – ha detto l’assessore alla viabilità del Comune di Fano Michele Silvestri – per averci offerto questa opportunità. Con il noleggio gratuito delle bici si uniscono due città divise geograficamente ma unite dal punto di vista sociale e lavorativo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2013 alle 16:59 sul giornale del 26 luglio 2013 - 1006 letture

In questo articolo si parla di attualità, bike sharing, pesaro, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro urbino, bici pubbliche, piazzale collenuccio, ciclabile pesaro fano, turisti pesaro, postazione bici


Non sono le bici che ci mancano sono le piste. Per favore.
Penso che le meno utilizzate saranno quelle dei Porti. Vediamo.




logoEV