Sant'Ippolito: l'impegno e la passione per l'arte contemporanea, torna Scolpire in piazza

Conferenza di Scolpire in piazza 3' di lettura 17/07/2013 - “Scolpire in Piazza” arriva alla 14a edizione rinnovando l’impegno nell'ambito della scultura contemporanea, contro tutte le difficoltà che segnano questo particolare momento e confermando Sant'Ippolito nel ruolo di polo artistico provinciale.

L’appuntamento di Sant’Ippolito vuole essere un esempio di coraggio e determinazione, per affermare l’importanza dell’arte e della creatività anche per le piccole comunità. Scolpire in Piazza vuole guardare avanti, con la consapevolezza che la cultura è un elemento fondamentale anche per un’economia vitale e dinamica. La residenza artistica dedicata alla scultura su pietra arenaria è il momento centrale dell’iniziativa, ma nel programma della manifestazione coesistono proposte di qualità e momenti di spettacolo con l'obiettivo di portare l’arte nelle strade e nelle piazze del paese.

Una sfida che l'Amministrazione Comunale di Sant'Ippolito continua a condurre grazie alla stretta collaborazione delle Associazioni e delle attività economiche del territorio, e con il contributo degli Enti Pubblici, come evidenzia il sindaco Dimitri Tinti "La Confartigianato ci ha creduto dai primi anni, una manifestazione che da 14 anni si ripete e rinnova l'impegno nella promozione della scultura su pietra arenaria. Nei giorni dell'evento avremo un cantiere di scultura che verrà abbinato da mostre di sculture, installazione video e tessile. Nel corso degli anni abbiamo mantenuto l'evento, ma ogni anno cerchiamo di rinnovarlo, perchè si vince una crisi come questa se ripartiamo dalle mostre eccellenze".

"Le risorse utilizzate bene possono dare ottimi risultati - commenta il direttore provinciale di Confartigianato, Giuseppe Cinalli - come impresa vogliamo fare in modo che le aziende tengano conto che esistono queste realtà. Abbiamo un patrimonio che rischia di perdersi, ecco perché é importante che ci sia Scolpire in piazza. Diamo il via a tutto ciò che accadrà che sarà interessante come sempre".

Anche nel 2013 Scolpire in Piazza ha ottenuto il riconoscimento ufficiale di “Manifestazione artistica di interesse regionale” da parte della Regione Marche e continua ad essere uno degli eventi artistici inseriti nello SPAC Sistema Provinciale Arte Contemporanea di Pesaro e Urbino. Quest'anno sono stati invitati tre scultori che, lavoreranno per nove giorni di residenza artistica nel Cantiere di Scultura a Sant’Ippolito. Gli scultori sono: Sestilio Burattini, Mauro Antonio Mezzina e Pietro de Scisciolo. Sono tre artisti di lunga esperienza che hanno realizzato opere pubbliche installate in tutta Italia.

I tre progetti che verranno realizzati sono un esempio dell’utilizzo della pietra arenaria in combinazione con altri materiali. L’offerta artistica di Scolpire in Piazza si integra con alcune mostre ed installazioni tra le quali “Archeologie” le sculture di Paolo Tosti, la video-installazione “Natural Memories - Divagazioni Positive”, l’installazione tessile "Il nostro giardino" e due mostre fotografiche. Curata come sempre anche l'accoglienza per il pubblico che a Sant'Ippolito troverà un ricco programma di eventi spettacolari per trascorrere un week end fra arte, spettacolo e gastronomia.

L'evento si terrà a Sant'Ippolito dal 20 al 28 luglio.Per maggiori info www.scolpireinpiazza.it






Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2013 alle 10:00 sul giornale del 18 luglio 2013 - 730 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, scultura, pesaro, sant'ippolito, scolpire in piazza, eventi, rossano mazzoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Z59





logoEV