Il Comune sostiene la campagna antiabortista, Mascarin chiede chiarimenti

Samuele Mascarin Fano 30/01/2013 - Samule Mascarin annuncia un'interpellanza relativa al patrocinio concesso dall’Assessorato alle pari opportunità del comune di Fano alla campagna antiabortista “uno di noi”.

Samuele Mascarin, in qualità di consigliere comunale, sollecita il seguente chiarimento:

Premesso che
- in data 19 dicembre 2012 si è svolta una conferenza stampa svoltasi presso la Sala della Concordia del Comune di Fano di presentazione della campagna europea "Uno di Noi" finalizzata al riconoscimento giuridico del diritto alla vita del bambino concepito e non ancora nato, alla quale sono intervenute oltre alla Responsabile Regionale Federazione MPV-CAV (Movimento per la Vita e Centro di Aiuto alla Vita) delle Marche e alla Presidente del Centro Aiuto alla Vita di Fano, anche l’Assessore Cucuzza la quale in tale sede comunicava il patrocinio dell’Assessorato alla Pari Opportunità del Comune di Fano per le iniziative contemplate dalla campagna, compresa una raccolta firme;

- in data 31 gennaio 2013, nell’ambito della campagna "Uno di Noi" è previsto a Fano un incontro pubblico con il Dott.Pino Morandini, Vicepresidente nazionale del Movimento Per la Vita. Nazionale, patrocinato dal Comune di Fano (sui manifesti che reclamizzano l’evento è riportato lo stemma del Comune di Fano);

Considerato che
- il diritto all’ interruzione volontaria della gravidanza, così come codificato e regolamentato dalla Legge 194 e riaffermato nel 1981 da un referendum popolare, è uno dei diritti civili più importanti conquistato dalle donne nella storia dell’Italia repubblicana;

- il tema dell’interruzione volontaria della gravidanza è assai delicato e diverse in proposito sono le sensibilità nella società italiana, di cui quella rappresentata dalle associazioni antiabortiste è una delle più parziali e minoritarie;

- è paradossale che un ente locale – chiamato a rappresentare l’intera comunità – e in particolare l’Assessorato alle Pari Opportunità conceda il patrocinio ad una raccolta di firme promossa da associazioni antiabortiste;

Chiede di sapere
- quali eventuali spese il Comune di Fano sostenga al fine di patrocinare le iniziative in cui si articola la campagna "Uno di Noi";

- quali motivazioni abbiano portato l’Assessorato alle Pari Opportunità a fare una scelta così manifestamente di parte e poco rispettosa tanto degli orientamenti di larga parte della cittadinanza quanto della vigente legislazione in materia;

- se la scelta operata dall’Assessorato alle Pari Opportunità rappresenta una scelta condivisa dalla Giunta comunale e dal Sindaco e se ne rispecchia sensibilità ed intendimenti;

- se l’Amministrazione comunale non ritenga opportuno ritirare il patrocinio del Comune di Fano a una serie di iniziative che non solo dividono la nostra comunità ma offendono la sensibilità di tante cittadine e tanti cittadini fanesi;






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2013 alle 15:00 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 626 letture

In questo articolo si parla di politica, samuele mascarin, Uno di Noi, campagna antiabrotistra, interpellanza mascarin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IO0