Il Brodetto fanese apprezzato anche in Bosnia

brodetto fanese Fano 30/01/2013 - Iniziativa della Provincia di Pesaro e Urbino in collaborazione con Confesercenti, nell’ambito del progetto europeo “AdriaMuse”.

Numerose persone, tra autorità e abitanti della città di Tesanj, in Bosnia, hanno potuto conoscere e apprezzare il brodetto fanese, preparato sul posto dai due chef esperti di brodetto Daniele Bocchini e Massimo Biagioli ed accompagnato dal vino rosso doc “Bartis” della Cantina Fiorini di Barchi. L’iniziativa è stata promossa dalla Provincia di Pesaro e Urbino (assessorato Politiche culturali) in collaborazione con la Confesercenti (organizzatrice dell’annuale “Festival del Brodetto” di Fano), nell’ambito del progetto europeo “AdriaMuse” che si propone di valorizzare la storia, le tradizioni e la cultura dentro e fuori i musei, collegando le due sponde dell’Adriatico. In quest’occasione, due partner del progetto AdriaMuse hanno trovato un’ottima sinergia con il progetto pilota della Bosnia, incentrato sulle tradizioni della cucina. All’interno del Castello di Eminaga di Tesanj, i due chef della Confesercenti hanno spiegato e messo in atto le varie fasi della preparazione del brodetto, con pesce freschissimo portato da Fano. Grande il successo dell’iniziativa, che ha rappresentato anche un importante strumento di promozione turistica per l’intero territorio provinciale.


da Festival Internazionale del Brodetto






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2013 alle 10:42 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 339 letture

In questo articolo si parla di attualità, brodetto, brodetto fanese, brodetto fanese in bosnia, festa del brodetto e delle zuppe di pesce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IOz