Disoccupati PU: alle prossime elezioni come scrutatori i cittadini disoccupati

Elezioni politiche 2013 Fano 29/01/2013 - Riportiamo la lettera aperta di Disoccupati PU, rivolta al Sindaco di Pesaro, di Fano, e a tutte le rispettive Giunte comunali.

In occasione delle prossime elezioni la nostra associazione di promozione sociale “Disoccupati PU” chiede che come scrutatori siano utilizzate persone disoccupate che non sono più soggette ad alcun ammortizzatore sociale, persone di cui purtroppo esiste un numero consistente anche nel nostro comune. Vista la discrezionalità che concede la normativa riguardante la nomina degli scrutatori di seggio nella formazione delle graduatorie, le chiediamo di selezionare i cittadini disoccupati del rispettivo comune o almeno dargli la precedenza rispetto ad altri soggetti. Come Lei Sig. Sindaco sa bene, gli scrutatori nei seggi elettorali sono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale (a sua volta nominata dal Consiglio Comunale). Ogni scrutatore ha diritto ad un rimborso ed in ogni seggio sono presenti 4 scrutatori. Un "tesoretto" che andrà, se non cambiano le cose, ai "soliti noti".

Ecco, gentile Sindaco , noi vogliamo suggerirLe di cambiare le cose aiutando chi è oggi in difficoltà. Nella proposta si chiede di introdurre quale titolo di priorità ai fini della nomina a incarichi relativi alla formazione dei componenti delle sezioni elettorali del Comune, la valutazione dello stato di disoccupato o di inoccupato e di scegliere in modo prioritario (fra quei cittadini che hanno espresso la propria disponibilità nell'apposito albo) quelli appartenenti a fasce sociali disagiate o che non presentino familiari prossimi già designati come scrutatori o magari presidenti di seggio. Sappiamo che simili iniziative sono già in corso di valutazione in altri comuni tra cui anche quello della vicina Perugia e di molti altri comuni in tutta Italia, La informiamo inoltre che intendiamo presentare anche al Sindaco di Pesaro una simile proposta, visto che anche in quel comune abbiamo un gruppo della nostra associazione. La preghiamo quindi di cogliere anche questa occasione per dare un segnale che dimostri l'attenzione delle istituzioni per i problemi legati alla disoccupazione in cui la nostra associazione opera.

Ringraziandola in anticipo per la sua gentile risposta e augurandole un buon lavoro.


da Ermanno Cavallini
presidente Associazione Disoccupati PU