La ‘Scuola di Pace’ compie 10 anni: si ricomincia il 26 gennaio

Caritas Fano 24/01/2013 - Sabato 26 gennaio alle ore 16,30 presso il Centro Pastorale in via Roma 118 riparte la Scuola di Pace “Carlo Urbani”, giunta al suo X anno. Il filo conduttore sarà uno sguardo sul mondo e sui venti di guerra che lo stanno attraversando.

Il filo conduttore sarà uno sguardo sul mondo e sui venti di guerra che lo stanno attraversando. Si è voluto volontariamente spostare il mirino al di fuori dei confini, proprio in una situazione in cui la crisi economica favorisce un’autarchia del pensiero e dei problemi sociali. Il focus sarà l’Africa, in cui nuovi lutti coabitano con nuove speranze. Nei vari appuntamenti si farà inoltre memoria della straordinaria enciclica “Pacem in terris” a Cinquant’anni di distanza

Ad aprire l’anniversario sarà una giornata speciale con Emiliano Bos giornalista freelance, collaboratore di Caritas Internationalis. Collabora anche con la cattedra di Storia del Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano, il quotidiano Avvenire, Radio Vaticana e Radio Televisione Svizzera Italiana occupandosi di guerre e pace nei Balcani, Medio Oriente e Africa. L’incontro dal titolo “Guerra e informazione” verterà sul modo in cui la guerra viene raccontata e spesso spettacolarizzata o dimenticata. Alla sera alle ore 21,00 sarà proiettato il documentario “Mare Deserto”, realizzato dallo stesso Emiliano Bos, vincitore del premio Ilaria Alpi 2012 come miglior reportage internazionale. Il filmato é il reportage di una storia tragica su cui Emiliano Bos e Paul Nicol hanno indagato per quasi un anno. Nel marzo 2011 un barcone con 72 persone a bordo che vaga nel mare Mediterraneo, tra Libia e Italia: 63 moriranno. Siamo nei giorni dell'invasione della Libia e centinaia di imbarcazioni e aerei incrociano in quello stesso mare, ma nessuno lo vede. Di quella barca si salvano solo in 9: Abukurke, Bilal, Dan haile, Maryam, Khabbadi, Filmon, Mohammed, Elias, Girma, dopo diversi giorni in balia del mare verranno ricacciati in Libia imprigionati e dispersi.

La Scuola di Pace coordinata da Luciano Benini è organizzata dalla Caritas Diocesana di Fano con il contributo di L’Africa chiama, ACLI Provinciali, Ass. Giustizia e Pace, Azione Cattolica Diocesana, Ass. Banca del Gratuito, Ass. Un mondo a quadretti, Ass. La Famiglia, Ass. l’Alveare, A.Ge, Fondazione Caritas Fano, Centro Servizi per il Volontariato, Circolo Culturale Bianchini, Iscoop, MIR Movimento Internazionale della Riconciliazione, Mondo di Comunità e Famiglia, Rete Lilliput,Volontari nella solidarietà, Uff. Diocesano della pastorale sociale e del Lavoro, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Gli incontri della scuola di pace sono gratuiti ed aperti a tutta la cittadinanza. Per chi lo desidera, la frequenza della scuola dà diritto ad un attestato di frequenza.

Per ogni altra informazione: saladellapace@gmail.com o 0721/827351 - 335/7057132.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2013 alle 16:15 sul giornale del 25 gennaio 2013 - 709 letture

In questo articolo si parla di attualità, scuola di pace, caritas, luciano benini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IBc





logoEV