Un bosco per la città: iniziativa ambientale del liceo scientifico Torelli al Campus Falcone e Borsellino

Il preside Giombi e il prof. Marchetti con un gruppo di ragazzi durante la piantumazione Fano 22/01/2013 - Alcuni studenti del liceo Scientifico G. Torelli di Fano hanno realizzato un impianto di 60 alberi intorno alla pista di atletica del Campus studentesco Falcone e Borsellino, nell’ambito del progetto Europeo OMD sugli obiettivi del millennio Per Lo Sviluppo Sostenibile attraverso gli scambi Nord-Sud del mondo.

I partner italiani di tale iniziativa sono stati la Provincia di Pesaro Urbino e l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Insieme ai ragazzi del Liceo hanno partecipato al progetto diversi istituti di ogni ordine e grado in Italia, Francia, Bulgaria, Senegal, Camerun, Burkina Faso. Il progetto è consistito nello scambio di microprogetti nell’ambito degli otto obiettivi ONU per il millennio, fra cui l’obiettivo di garantire la sostenibilità ambientale.

L’attività ha previsto la messa a dimora, nel campus scolastico, di alberi latifoglie autoctoni per migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente, con evidenti ricadute positive sul paesaggio e sul clima. Nella giornata della messa a dimora delle piante intorno la pista di atletica del Polo Scolastico sono intervenuti il Preside del Liceo Samuele Giombi, Andrea Fazi e Chiara Benelli del CEA(Centro di Educazione Ambientale della Provincia), Alessandra Traetto per La provincia di Pesaro Urbino e Francesco Marchetti, docente coordinatore del progetto per il Liceo scientifico di Fano. La società di Rugby di Fano che ha in gestione i terreni ha accolto con favore l’iniziativa, partecipando come sponsor locale del progetto.

Inoltre, con il medesimo progetto è stata raccolta una somma per l’acquisto e la distribuzione di 600 piante da mettere a dimora nei giardini e nei terreni delle famiglie degli studenti che hanno aderito. Le piante, acquistate presso il vivaio del Corpo Forestale dello Stato di Pieve Santo Stefano (AR), saranno distribuite questa settimana insieme ad uno stampato contenente alcuni consigli sulla messa a dimora delle piante. Nel tentativo di contrastare la presenza di polveri sottili, l’aumento della CO2, e gli eccessi di caldo e freddo la realizzazione del progetto risulta semplice, economica ed efficace. Infatti le piante svolgono la funzione di pompe di assorbimento della CO2, principale gas responsabile del riscaldamento globale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2013 alle 15:06 sul giornale del 23 gennaio 2013 - 2007 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, fano, campus scolastico, liceo torelli, piantumazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IvV





logoEV