Festa del Nino a Mondavio: un programma che fa 'lardo ai giovani'

Festa del Nino 5' di lettura Fano 15/01/2013 - Il programma della Festa del Nino si infittisce di iniziative che strizzano l'occhio agli under 35. Fra le tante degustazioni, ecco allora lo street food, il cibo da strada da assaporare per le vie di S. Andrea o la sera riuniti tutti in piazza attorno all'immancabile falò, e ancora gli aperitivi a tema, la Mai-aloteca, dedicata alle birre artigianali locali con l'unico inimitabile “Hamburger del Nino”, le visite guidate nelle cantine e i concerti serali.

Accanto all'assaggio, anche incontri con autori ed esperti eno-gastronomi, animazione per bambini, mostre d'artigianato, laboratori di norcineria e ovviamente vendita dei prodotti (insaccati e salumi) realizzati con carni di suino della marca, provenienti dalla filiera locale Io Nino. Storia e contemporaneità si intrecciano in un racconto vivo, che sa rinnovarsi con creatività per forme e contenuti. Un viaggio che riserva sorprese per tutta la famiglia, anche per i più piccini, alla scoperta di un borgo che affascina, attraverso i suoi abitanti, le sue usanze e i suoi mestieri senza tempo.

IL PROGRAMMA 2013 - Un assaggio in anteprima arriva già venerdì 18 con la Cena dei Grassi ore 20.30, PalaNino: piatti rigorosamente a tema ideati e preparati dallo chef Nicola Costantini utilizzando carni e salumi esclusivamente provenienti dalla filiera Io Nino. Prenotazione obbligatoria: 366 1685626.

Sabato 19 in programma sin dal mattino visite guidate e degustazioni nelle cantine del territorio, per continuare nei ristoranti disseminati sul territorio, con il Pranzo del Nino e il suo menu di carne rigorosamente locale (solo su prenotazione direttamente nei ristoranti aderenti). Nel pomeriggio, alle 18.00, Il Gusto del grasso - il Nino tra piaceri e sensi di colpa: aperitivo con Tommaso Lucchetti (curatore scientifico dell'evento) in compagnia di alcuni giovani esperti di alimentazione, Riccardo Manieri e Ilaria Galimberti, per far scoprire tutto il sapore del grasso buono e sano.

A conclusione dell'aperitivo, il solenne inizio della prima stagionatura del lardo nelle terrecotte di Fratte Rosa, sotto la sapiente direzione di Otello Renzi e dei mazzarini del Nino. Sempre nel pomeriggio, spazio alla cultura con la visita guidata al Museo degli attrezzi agricoli d’epoca (collezione privata “Sesto Savelli”) mentre in serata i norcini all'opera mostrano la preparazione della tradizionale pista.

Per tutto il giorno e fino a cena degustazione di ricette di una volta: polenta e fagioli con le cotiche, padellaccia e fegatelli, braciole e costarelle, bistecche, salsicce, e cibi da strada (braciere rovente di salsicce e goletta, dolci fritti, vin brulè). La sera continua con musica, balli e allegria intorno alla luce dei bracieri e del falò, con l’animazione di gruppi itineranti, fino al concerto della band “Amici dello zio Pecos” dalle 22.00, con un originale repertorio acustico che mescola più generi, dallo swing al rockabilly, blues e country.

Domenica 20 il territorio si assapora dai piedi: a partire dalle 9.00 i più sportivi partono per l'escursione di trekking “da Suasa a Suasa” a cura del CAI di Fossombrone (da Castelleone di Suasa, Ancona, fino a Sant'Andrea). La mattina prosegue con la mostra mercato “I prodotti consigliati dal Nino” e i festeggiamenti per la solennità di Sant’Antonio Abate e la benedizione degli animali, per la gioia dei più piccini.

Per tutto il giorno e fino a cena degustazione di ricette di una volta: polenta e fagioli con le cotiche, padellaccia e fegatelli, braciole e costarelle, bistecche e salsicce. Cibi da strada da consumare in piazza intorno al fuoco: braciere rovente di salsicce e goletta, dolci fritti, vin brulè nelle piazze e vie del centro storico.

Alle 15.00 degustazione di Cinta Senese, e ancora letture di fiabe per bambini e dirette radiofoniche dal giorno clou della festa (in collaborazione con Radio Fano). Tre appuntamenti (15.00, 16.00, 18.30) per la degustazione di “Salumi delle Marche a confronto”, in abbinamento a vini del territorio regionale a cura di Piergiorgio Angelini, Otello Renzi e i delegati regionali AIS (Associazione Italiana Sommeliers), in collaborazione con In.PU.T. Prenotazione obbligatoria presso il Nino Shop e il punto In.Pu.t all'interno della manifestazione.

Alle 17.00 approfondimento culturale: conferenza a cura del prof. Nino Finauri “Rottamatori d'Arte”, i grandi innovatori nell'arte ancor prima delle avanguardie, quando non esistevano categorie di “giovani”.Alle 17.30 “Ironikontemporaneo” è lo spettacolo di musica contemporanea alternativa, nato dalla sperimentazione di Freak Antoni, ideatore del brano “Lardo ai Giovani” a cui la festa del Nino si è ispirata per questa edizione. Gran finale alle 22.00 con il falò di Sant'Antonio: il Nino saluta il pubblico dei suoi fan per dare appuntamento al prossimo anno. Per il programma dettagliato: www.festadelnino.org

LA FILIERA “IO NINO” - La Festa del Nino è l'anima culturale di un'antica tradizione agricola locale, oggi sviluppatasi in una filiera d'eccellenza con un proprio marchio: IO NINO. Si possono contare sulle dita questi piccoli allevatori, distribuiti su un'area altrettanto circoscritta, l’alta Valle del Cesano (non lontano da Fano, in provincia di Pesaro e Urbino). Eppure hanno il merito di aver dato nuova vitalità e sviluppo ad una produzione tipica del territorio: quella del cosiddetto suino della marca. Non un maiale qualunque, quindi, ma una specie locale selezionata dalla Regione Marche con l'ASSAM (Agenzia Servizi Settore Agroalimentare Marche).

Le sue carni vengono lavorate seguendo un processo artigianale che premia qualità, genuinità, tracciabilità e sostenibilità. Tutto ciò grazie al rispetto dei tempi e dei modi di una sapiente tradizione: dai criteri di allevamento alla stagionalità delle fasi di macellazione e trasformazione. Obiettivo: far arrivare sulle nostre tavole prodotti freschi, insaccati e salumi che - citando lo stesso slogan- sono proprio “fatti come devono essere fatti”. Per info su prodotti e punti vendita: www.ionino.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2013 alle 16:46 sul giornale del 16 gennaio 2013 - 957 letture

In questo articolo si parla di mondavio, festa del nino, spettacoli, programma, maiale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IeY