Il Partito Comunista dei Lavoratori alla marcia di domenica contro la violenza sulle donne

Violenza sulle donne 1' di lettura Fano 11/01/2013 - La sezione pesarese del Partito comunista dei Lavoratori dichiara la propria adesione alla marcia che si terrà domenica 13 gennaio dalle 14.30 tra Pesaro e Fano contro la violenza sulle donne.

Per rivendicare con forza la propria opposizione ai valori patriarcali, connaturati al sistema capitalista, che fanno delle donne non solo le prime vittime della violenza domestica, ma anche uno dei bersagli più vulnerabili in termini di disparità di trattamento sul lavoro, un oggetto per l'appagamento maschile veicolato da ogni mezzo mediatico visivo e uno strumento sul quale vengono volgarmente veicolate le intollerabili mire propagandistiche di coloro che, periodicamente, utilizzano la bandiera dell'emergenza stupri come becero pretesto per diffondere i loro messaggi razzisti contro gli stranieri che vengono a violentare le "nostre" donne (con un aggettivo possessivo che svela con enorme chiarezza la loro concezione proprietaria della realtà femminile), ignorando bellamente come la stragrande maggioranza delle violenze sessuali avvenga entro le mure domestiche e ad opera, rigorosamente, di maschi italiani.

Per ribadire con forza tali parole d'ordine e rivendicando la propria battaglia in favore della donna libera dall'uomo e di entrambi liberi dal giogo del capitale, il Partito Comunista dei Lavoratori ci sarà ed invita chiunque condivida tali posizioni a partecipare alla marcia contro la violenza sulle donne.


da Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2013 alle 10:55 sul giornale del 12 gennaio 2013 - 544 letture

In questo articolo si parla di fano, donne, marcia, politica, pesaro, Partito Comunista dei Lavoratori, violenza sulle donne, politica pesaro, comunisti, Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H69