'Picchio d'oro a Tan Xuaguang', D'Anna: 'In allarme anche i servizi segreti'

GIANCARLO D'ANNA 2' di lettura Fano 10/01/2013 - "Premiare chi oltre a calpestare i Diritti Umani, in Cina, in Tibet nel Turkestan Orientale oggi risulta un “pericolo” è assurdo" dichiara il consigliere regionale.

Quella che il Presidente Spacca ha “venduto” come un'operazione per cui prendersi dei meriti e cioè l'acquisto da parte del Shandong Haevy Industry Group del gruppo Ferretti, tanto da assegnare il Picchio d'Oro della Regione Marche al Presidente del Gruppo cinese Tan Xuaguang( premio che dovrebbe essere conferito il giorno 12 gennaio durante il varo di un mega Yacth ad Ancona). Quella stessa “operazione”ha creato allarme degli 007 italiani che attraverso gli analisti del Dis (Dipartimento Informazione per la Sicurezza) segnalano, attraverso un report riservato, ma in parte reso noto dal quotidiano Repubblica in data odierna,alla Presidenza del Consiglio e al Copasir nel quale si evidenziano pericoli speculativi dei cinesi come “la recente acquisizione, a luglio, del 75% del gruppo Ferretti da parte della Shandong Group potente industria cinese di componentistica per auto”. Secondo il report dell'intelligence italiana i vertici cinesi avrebbero “l'intenzione di delocalizzare la produzione dei natanti Ferretti dall'Italia all'isola di Hinau (Cina) zona economica speciale per la Repubblica Popolare Cinese, mentre in Italia rimarrebbero solo linee di rimessaggio e manutenzione”.”Premiare chi oltre a calpestare i Diritti Umani, in Cina, in Tibet nel Turkestan Orientale oggi risulta un “pericolo” è assurdo.Rischi che personalmente avevo evidenziamo nel momento in cui ho contestato l'assegnazione del premio al Presidente della Shandong e che Spacca aveva negato. Dello stesso avviso non sono i servizi del Dis che denunciano”la sottrazione di tecnologie e know how e le perdite occupazionali, confermano i rischi connessi all'acquisto da parte di soggetti esteri di aziende nazionali”No al Picchio d'Oro a Tan Xuaguang.


da Giancarlo D'Anna
Consigliere Regionale e attivista dell'Associazione Italia-Tibet





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2013 alle 15:53 sul giornale del 11 gennaio 2013 - 529 letture

In questo articolo si parla di politica, Giancarlo d'anna, giammario spacca, consigliere regionale, picchio d'oro, Giancarlo D'Anna Consigliere Regionale e attivista dell'Associazione Italia-Tibet, Associazione Italia-Tibet

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H40


Paolo T.

10 gennaio, 23:29
Ci sarebbe da far notare al consigliere D'Anna che i cinesi stanno già investendo da anni nelle Marche (il caso più scoperto è quello della Benelli), e per ora sembra con un certo successo. È comunque affascinante la sua sintonia con l'ufficio diretto dall'on. D'Alema, di cui credo condivida per la prima volta qualche preoccupazione (in questo caso, l'arrivo di investitori non assoggettabili al sistema Penati o assimilati).

Come lavoratori e imprenditori marchigiani restiamo sempre aperti ad idee alternative di investimento. Sperando che non si tirino fuori i soliti americani, che (vedi casi Best e Fiati Industrial) stanno facendo il solito gioco dell'acquistare tecnologia e brevetti e poi andarsene. Non avendo visto il consigliere stracciarsi le vesti in queste occasioni, potrebbe nascere il sospetto che sulle preoccupazioni umanitarie prevalga un filino di xenofobia.

Considerata l'ideologia tanto cara a D'Anna sospetto che la forma preferita di finanziamento sia l'autarchia: non essendoci più volenterosi investitori nostrani, né la mano generosa dello stato, non toccherà di nuovo a noi mantenere l'impresa con un ennesimo aumento di tasse?

giancarlo d'anna

11 gennaio, 19:49
Gentile signor Paolo T. Lei è libero di avere le opinioni che crede, ci mancherebbe altro.Altra cosa è insinuare xenofobia nascondendosi dietro una T. se vuole e quando vuole sono a sua disposizione personalmente o via mail per spiegarle ,visto che non sono riuscito a spiegargliele con il comunicato lo spirito col quale ho inviato il comunicato. Resto in attesa di ricevere sue notizie. Giancarlo D'Anna