Museo del Balì, domenica si proietta 'L’amore che resta' di Van Sant

Museo del Bali Fano 10/01/2013 - Domenica 13 gennaio penultimo appuntamento del ciclo “Scienza e Cinema” con il film “L’amore che resta” (G. Van Sant, 2011).

E' un film profondo, un vero e proprio inno alla vita e alla gioia di vivere che ci insegna anche come si può convivere con la morte. Van Sant guarda all'universo giovanile con lirico romanticismo e quello che ne scaturisce è una storia delicata e dolcissima tra due adolescenti in difficoltà che si interrogano sul tema della morte, in un tempo che pare sospeso. Nella pellicola i protagonisti si incontrano e si scontrano ad un funerale, nasce tra loro una simpatia grande che apre la loro anima alle confidenze. Meraviglioso, originale, emozionante. Da non farsi sfuggire.

La rassegna si concluderà il 10 febbraio con la visione del corto “Ten minutes” (A. Imamovic, 2002) ed una conferenza-dibattito a seguire sul tema della rassegna. Novità di quest'anno: una bacheca a disposizione dei visitatori dove lasciare un commento sulla propria personale visione del tempo.

Le proiezioni inizieranno alle 16:30 in sala conferenze.

Ingresso solo film: 3 euro. Per maggiori informazioni sulle singole iniziative, consultare il sito del museo www.museodelbali.it in aggiornamento continuo.







https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=y4xg_mXojME

Allarga






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2013 alle 17:42 sul giornale del 11 gennaio 2013 - 521 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, saltara, museo del balì, calcinelli, scienze, Giancarlo d'anna, scienza e cinema, Van sant, l'amore che resta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H5A