Mondolfo: 'Differenziata, è il caos'

raccolta differenziata a mondolfo 03/01/2013 - "L’anno nuovo ha portato a Mondolfo la raccolta differenziata di prossimità e una marea di problemi a causa della totale disorganizzazione dell’amministrazione comunale e della ditta siciliana aggiudicatrice dell’appalto" la denuncia di Carlo Diotallevi e Nicola Barbieri.

Il servizio parte con un anno e mezzo di ritardo a causa di ricorsi al TAR, nuovi bandi e problemi vari e nonostante questo in questi giorni a Marotta e Mondolfo è il caos assoluto con i cittadini letteralmente inferociti. L’amministrazione ha voluto fare tutto il passaggio con relativa consegna dei nuovi bidoni e incontri pubblici in soli 15 giorni in tutta fretta e ha fallito ancora una volta miseramente. Innanzitutto i nuovi bidoni per la differenziata non sono stati distribuiti su tutto il territorio ma solo su una piccola parte mentre sono stati ritirati quasi tutti i vecchi bidoni dell’indifferenziata così i cittadini si sono trovati in questi giorni nell’impossibilità oggettiva di gettare l’immondizia e in molti punti si sono creati degli accumuli di rifiuti vicino alle poche isole ecologiche. Così molti cittadini si sono recati al centro di raccolta per ritirare i bidoni che sono aperti in orari improponibili per chi lavora (9-12; 14-16) ma si sono trovati di fronte a file chilometriche e attese di oltre 1 ora mentre i bidoni dovevano essere consegnati a domicilio. Inoltre vi sono altri problemi: non sono stati previsti i bidoni per i pannolini che i cittadini dovranno tenere insieme alla indifferenziata (per una settimana) e per le zone al di fuori dei centri abitati non verrà fatto il ritiro dell’umido a domicilio ma saranno consegnati solo dei “composter” che non funzionano affatto bene e creano problemi mentre per queste zone si dovevano prevedere quantomeno anche dei contenitori per l’umido nelle isole ecologiche. Purtroppo tutti i nostri dubbi si sono palesati chiederemo ora l’assessore Lucchetti deve assumersi tutte le proprie responsabilità e riferire quanto prima in Consiglio Comunale, i cittadini sono stanchi di pagare per l’incapacità degli amministratori comunali. Noi non staremo a guardare ma monitoreremo la situazione e ci faremo portavoce dei cittadini in consiglio comunale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2013 alle 16:35 sul giornale del 04 gennaio 2013 - 1696 letture

In questo articolo si parla di raccolta differenziata, mondolfo, politica, marotta, carlo diotallevi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HQw


laura ferri

03 gennaio, 23:08
dire che è caos è riduttivo, tanto per cominciare il bidone per la raccolta del vetro ha un buco talmente piccolo che al massimo si può mettere una bottiglia da un litro, idem per quello della plastica, non ci passano nemmeno i piatti di plastica o una bottiglia di detersivo, telefonando al numero verde ti rispondono che devi prendere la macchina e portarlo al centro raccolta, MA VI PARE NORMALE??? E per finire gli falci delle potature se non li legate a "fascine" non li caricano perchè non hanno il mezzo adatto ovvero non hanno il ragno, devono caricare a mano. Ci credo che ci sia stato il risparmio dobbiamo fare tutto da soli

A mio modesto giudizio sarebbe il caso di dimostrare un po' di maturità e di buonsenso e segnalare le inefficienze.

Incazzarsi sempre sperando nella pappa fatta (come si era abituati prima) è infantile.

L'assessore sembra abbia già dato ampia disponibiltà ad adeguare seguendo i suggerimenti, l'opposizione, intelligentemente, ha evidenziate le inefficienze.

Quindi sarebbe il caso di collaborare anzichè criticare.

Come detto ampiamente dagli addetti alla distribuzione, le discariche non le vuole nessuno (quella della tombaccia impesta san costanzo nei gionrni di bora, quella di castelcolonna centocroci nei giorni di garbino), i comuni limitrofi scaricavano gli scarti delle lavorazioni artigiane (vietato) impunemente nelle campagne (facilmente verificabile, dato che i furgoni aperti si vedono e si sentono da mezzo chilometro), spesso di sera (d'estate anche alle undici di sera).

Forse, prescindendo dall'ovvia e sana enfatizzazione politica, sarebbe il caso di pensare alla comunità piuttosto che a se stessi.

Anche se, come giù scritto, a mondolfo l'egocentrismo è di casa, e lo si vede quotidianamente nel comportamento da adolescenti di buona parte della popolazione.

Ossequi.

Elisa

06 gennaio, 21:09
Piu' che altro direi ci sono dei problemi a livello pratico.. ok, non posso buttare negli appositi bidoni certi oggetti (anche se non sono di dimensioni astronomiche) vedi bottiglie di detersivi ecc.. prendo la macchina e li porto io.. e gli anziani che non se la possono permettere questa "trasferta"?? non tutti sono fortunati ad avere parenti che lo fanno per loro eh.. soprattutto in questa maniera non vedo dove sia il vantaggio a livello ecologico.. non inquino con la bottiglia di detersivo.. ma inquino con la macchina per fare 600 viaggi alla discarica, anche se ammucchio le cose sono comunque piu' viaggi per ognuno rispetto all'unico passaggio del camion apposito... le cose toccherebbe farle con la testa, non con i piedi!