Dieta e salute: tutti i benefici della canapa, dall'olio alla farina

Francesco Lampugnani 4' di lettura Fano 19/12/2012 - E’ mia consuetudine, aggiornare con articoli o comunicati, le conoscenze dei miei pazienti e di quanti mi seguono, come Nutrizionista, su riviste o giornali on line. Tra gli ultimi argomenti affrontati, molto attuale è apparso quello che ha aggiornato la conoscenza delle caratteristiche possedute dai Semi di Canapa, dai quali è possibile produrre diversi prodotti, tra i quali, molto interessanti sono risultati la Farina e l’Olio.

Premetto che la Canapa come pianta, è prevalentemente conosciuta sia per la produzione di tessuti (cordame, sacchi ecc.), sia per la componente più “audace”, per via di sostanze psicoattive, rappresentate in prevalenza dal Tetraidrocannabinolo (THC). In genere, vengono considerate due specie di Canapa, la Sativa (più vicina ai nostri usi anche alimentari, con bassissime quantità di THC) e l’Indica, con un più alto quantitativo di THC.

Come sempre, prima di riportare i pareri di chi ha utilizzato tali prodotti, è mia abitudine riportare un breve rassegna sulle caratteristiche possedute.

L’Olio di Canapa, si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta Cannabis Sativa. Ha un colore variante dal verde chiaro al verde intenso; odore poco marcato ed un sapore che ricorda quello delle nocciole. Contiene il 10% di Acidi Grassi Saturi, ed il 90% di Acidi Grassi Essenziali Polinsaturi (Omega 6 ed Omega 3). Tra questi, l’Acido Linoleico (Omega 6) è pari al 50/60%; mentre il Linolenico (Omega 3), è pari al 15/20%. Queste proporzioni, sono alla base delle importanti caratteristiche nutrizionali che contraddistinguono l’Olio di Canapa, dagli altri Oli e dagli altri alimenti.

Un cucchiaio (Circa 10 gr.) apporta 1,7 gr. di omega 3, coprendo l’intero fabbisogno di un individuo adulto. C’è da dire, ed è molto importante, che quest’olio è l’unico a possedere un rapporto Omega 3/Omega 6 ideale, visto che quando assumiamo queste sostanze di cui si parla tanto, dobbiamo farlo in maniera corretta come percentuale.

Sono presenti anche Vit A, E, PP, C e del gruppo B (B1, B2, B6). E’ fondamentale consumare crudo l’olio di canapa, per non alterare le sue caratteristiche. Molto utile l’utilizzo quotidiano di tale olio, per contrastare l’effetto infiammatorio di alcune situazioni come le varie forme di Colon Irritabile, Morbo di Crohn o di alterazioni della pelle come la Psoriasi, gli Eczemi o le varie forme di Pelli secche. Utile sia per assunzione, sia per trattamenti topici. Fondamentale l’aiuto terapeutico, con assunzioni quotidiane, per contrastare l’aumento di Trigliceridi, Colesterolo e soprattutto Colesterolo LDL.

I Semi di Canapa, invece, presentano una composizione unica nel loro genere. Contengono il 25% di Proteine e posseggono tutti gli 8 Aminoacidi Essenziali. I semi si prestano molto bene a preparare diversi prodotti da forno e non, unendo la farina che si ottiene, ad altre farine che si prestano meglio alla preparazione di prodotti da forno. E’ ovvio, che non contengono Glutine.

Tra i prodotti che ho avuto modo di conoscere meglio e sui quali ho potuto esprimere giudizi, forte di impressioni e pareri di pazienti a cui li ho consigliati, ci sono i taralli, le sfoglie, la pasta e soprattutto l’olio.

Il gusto è particolare ed accattivante, riprendendo spesso il sapore della nocciola.

Importante è stato l’utilizzo dell’olio, che in numerosi pazienti, mi ha permesso di verificare positive riduzioni di Trigliceridi e di Colesterolo. L’utilizzo di tali prodotti, inizia a crescere e di conseguenza, miglioreranno sempre più le nostre conoscenze.

Degno di citazione, il ruolo di una giovanissima cooperativa di ragazzi in Puglia, che ha ripreso la coltivazione della canapa, ed ha iniziato a preparare diversi prodotti, tra cui il famoso olio.

Ritengo sempre utile approfondire le conoscenze e la conseguente diffusione di novità in campo nutrizionale, sia per migliorare la componente salutistica del paziente sia per ottenere in maniera naturale, aiuti terapeutici. Conosceremo sempre più da vicino i benefici di questa pianta, che ha anche un altro vantaggio, quello di non avere sprechi, un po’ come i vecchi detti asserivano per il maiale, ma con una ovvia e vistosa diversità nutrizionistica...

Per suggerire argomenti da trattare nei prossimi appuntamenti con la rubrica "Dieta e salute" è possibile inviare un'e-mail all'indirizzo alberto@viverefano.com. Se, invece, qualcuno leggendo l'articolo avesse deciso di approfondire dei propri problemi personali o di chiedere un consulto al dott. Francesco Lampugnani è possibile inviare un'e-mail a francesco.lampugnani@alice.it o contattarlo al 3357203790. Il dott. Lampugnani riceve a Fano in via Carlo Gozzi, 29 ma anche a Jesi e a Bari.






Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2012 alle 22:19 sul giornale del 20 dicembre 2012 - 5099 letture

In questo articolo si parla di attualità, alimentazione, salute, dieta, canapa, francesco lampugnani, dieta e non solo, biologo, nutrizionista, farina di canapa, olio di canapa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HtH

Leggi gli altri articoli della rubrica Dieta e salute





logoEV