Metaurilia: D'Anna denuncia il caso dello smaltimento rifiuti sulle scogliere

1' di lettura Fano 20/10/2012 - Smaltimento inerti c'è un caso anche a Metaurilia di Fano. Mentre il Noe sequestrava 5 mila metri quadrati di mare a Marina di Montemarciano, nelle ore della notte tra il 19 e il 20 ottobre a Metaurilia di Fano venivano smaltiti sulle scogliere poste direttamente a protezione della linea ferroviaria, grandi quantità di “pietrisco per massicciata”,e anche pezzi di ferro, che è stato sostituito da nuovo materiale nella sede ferroviaria.

E' evidente che potrebbe trattarsi di un escamotage per risparmiare sullo smaltimento del materiale a discapito dell'ambiente.
Ho segnalato in tarda mattinata la vicenda al Comando dei Carabinieri di Fano per verificare se tale smaltimento sia stato autorizzato, anche se gli orari in cui presumibilmente il “lavoro” è stato svolto autorizzano ad avere sospetti.

L'auspicio è che venga verificato se le pietre contengano materiali pericolosi o fibre come quelle dell'amianto e se e quali danni, oltre all'evidente immissione nella sabbia di pietre, possa aver subito quell'area che già in passato è stata completamente abbandonata.
E chi spetta l'eventuale rimozione di quanto “smaltito”.Le fotografie sono reperibili sulla pagina Facebook “Manifesto per Fano”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2012 alle 15:43 sul giornale del 22 ottobre 2012 - 1295 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/FbD