Pd su mozione sfiducia Cucuzza: 'Giusta, ma Corte dei Conti deve esprimere giudizio'

1' di lettura Fano 18/10/2012 - Il Gruppo consigliare del PD nella seduta del Consiglio Comunale di ieri sera si è astenuto in occasione della mozione presentata da Hadar Omiccioli della lista Fano a Cinque Stelle in cui chiedeva di sfiduciare all'Assessore Maria Antonia Cucuzza per il grave comportamento etico-politico nel suo ruolo istituzionale.

La mozione, infatti, pur presentando elementi condivisibili sul piano della inopportunità politica di certi comportamenti assunti dall'Assessore Cucuzza, metteva l'accento su aspetti legali e formali tali da rischiare di trasformare il Consiglio comunale in aula giudiziaria.

Poiché si ritiene che in Consiglio comunale si debba fare solo attività amministrativa e politica, fuggendo da qualsiasi tentazione di trasformarlo in tribunale ed esprimere quindi giudizi e condanne di ordine legale. Per questo tipo di attività ci sono altri organi preposti dalla Costituzione.

Motivo per cui, essendo la questione sollevata dalla mozione sicuramente grave, il Gruppo Consigliare del PD, raccolta tutta la documentazione agli atti, invierà una comunicazione alla Corte dei Conti, organo deputato ad esprimere un giudizio nel merito delle questioni sollevate dalla mozione.

Pertanto, pur confermando il giudizio sull’inopportunità politica di certi comportamenti assunti dall'Assessore Cucuzza, sarà la Corte dei Conti ad esprimere il giudizio nel merito della questione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2012 alle 16:47 sul giornale del 19 ottobre 2012 - 997 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E7s


Certo un gesto estremamente elegante sarebbe rinunciare a questo beneficio.
Ma ancora una volta la CASTA (tutta PD compreso) ha mostrato una difesa dei propri privilegi. Come per gli aumenti degli stipendi sempre tutti d'accordo. Non mi pare che nessuno volesse mandare in galera nessuno, questione di etica, di eleganza..
Mi sarebbe piaciuto, tanto, che tutti i cittadini attraverso quel mezzo di democrazia e trasparenza che è la TV avessero potuto vedere i loro eletti, chissà quanti avrebbero riconfermato il loro voto. Ma anche questa solo promessa.

Certo un gesto estremamente elegante sarebbe rinunciare a questo beneficio.
Ma ancora una volta la CASTA (tutta PD compreso) ha mostrato una difesa dei propri privilegi. Come per gli aumenti degli stipendi sempre tutti d'accordo. Non mi pare che nessuno volesse mandare in galera nessuno, questione di etica, di eleganza..

Mi sarebbe piaciuto, tanto, che tutti i cittadini attraverso quel mezzo di democrazia e trasparenza che è la TV avessero potuto vedere i loro eletti, chissà quanti avrebbero riconfermato il loro voto. Ma anche questa solo promessa.




logoEV