Medici 'fuggiti' dall'Ospedale Santa Croce: ci si accorge solo ora?

ospedale s. croce 1' di lettura Fano 18/10/2012 - I buoi sono fuggiti, e quando i buoi sono già lontani qualcuno si accorge che la stalla è aperta…. Quest’estate il Sindaco, ora alcuni esponente del PDL si accorgono che a Fano c’è un ospedale! Anzi c’era un ospedale che vantava alcuni dei migliori reparti della Regione….

E' inutile ripetere -ancora una volta- che da vari anni ed in particolare dalla istituzione dell’Azienda Marche Nord, il nostro ospedale ha subito una serie di ridimensionamenti sia sul fronte del numero dei posti letto che del personale che delle attrezzature.

Medici ed infermieri che sono andati in pensione non sono stati sostituiti così come i molti altri che hanno pensato bene di lasciare un ospedale in cui era sempre più difficile mantenere quello standard di qualità a cui i cittadini fanesi, e non solo, erano abituati.
Molti primariati resisi vacanti non sono stati ricoperti ed i reparti sono diventati dependance dei corrispettivi reparti dell’Ospedale di Pesaro…e potremmo continuare ancora.

Ma ci viene spontaneo chiederci come mai questi signori si svegliano solo ora (all’appressarsi delle scadenze elettorali?) quando il ns Comitato e altre stimate personalità politiche e non avevano lanciato l’allarme da anni, denunciando la situazione e chiedendo agli stessi di prendere una posizione chiara per la tutela di questo bene pubblico e per salvaguardare il diritto alla salute.

Ora il “declassamento“ non solo è “ipotizzabile“ ma è già avvenuto!
Solo chi vive in un altro pianeta o non si è mai curato dei reali problemi del nostro territorio può non essersene accorto!


da Comitato per la difesa dell’Ospedale Santa Croce




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2012 alle 10:12 sul giornale del 19 ottobre 2012 - 826 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale s. croce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E58