Ospedale Unico: l'Atto Aziendale Marche Nord è da aggiornare

fosso sejore ospedale unico 2' di lettura Fano 17/10/2012 - Ormai tutti sanno che la Regione ha atteso ben 5 mesi prima di approvare l’aggiornamento dell’Atto aziendale Marche Nord, documento che pianifica l’organizzazione degli ospedali di Pesaro e Fano, ma pochi sanno che tale Atto è stato approvato con due prescrizioni e che l’Azienda è obbligata a ritrasmetterlo in Regione aggiornato sulla base della riprogrammazione sanitaria regionale.

Queste le due prescrizioni che dovranno essere rispettate nell'adozione definitiva dell'Atto aziendale: il numero di Unità operative semplici non può essere aumentato rispetto a quelle previste nel 2010, e in caso di due Unità operative complesse, analoghe per disciplina, deve essere effettuata la riduzione ad una “nel momento in cui si renda vacante uno dei relativi incarichi”.

Un’approvazione condizionata che conferma quanto il Coordinamento La Salute ci Riguarda va dicendo da mesi in merito alla scarsa integrazione tra gli ospedali di Pesaro e Fano dovuta, tra l’altro, alla coesistenza degli stessi reparti e ovviamente di altrettanti primari in entrambi i nosocomi.

Per le Unità operative complesse la Regione prende tempo: se nel Piano Socio sanitario ne raccomandava l’eliminazione oggi acconsente che si attenda “fino a quando non si renda vacante uno dei relativi incarichi.” Una posizione che sembra coerente con quanto detto dal Direttore Generale dell’Azienda Marche Nord Aldo Ricci in una delle prime interviste in cui spiegava che per ottenere l’unificazione dei reparti si sarebbe dovuto attendere il pensionamento dei rispettivi primari.

Per quanto riguarda il numero delle unità operative semplici attendiamo l’adozione definitiva dell’Atto aziendale, che ci auguriamo avvenga in tempi brevi, riservandoci di chiedere conto degli ulteriori ritardi e di queste specifiche prescrizioni ai dirigenti regionali e provinciali, anche per capire se la logica dei tagli fatti in fretta vale solo per i servizi ai cittadini e per i posti letto e non per gli incarichi dei primari.

Il Coordinamento chiederà inoltre di esporre al Presidente Spacca, a Pesaro il 22 ottobre, tutte le preoccupazioni emerse in questi mesi e in particolare sul funzionamento dei presidi ospedalieri di Pesaro e Fano che, in quanto riuniti in Azienda, dovrebbero avere anche valenza regionale.


da Coordinamento La salute ci riguarda




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2012 alle 16:05 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 952 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, pesaro, pesaro e urbino, ospedale unico, fossosejore ospedale, fossosejore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E4I