Fano-Grosseto: interrogazione di Rossi (Fap) e Marangoni contro possibili pedaggi

Fronte Azione Popolare Fano-Grosseto 2' di lettura Fano 17/10/2012 - Mercoledì 17 ottobre il Presidente del Fronte di Azione Popolare Giacomo Rossi, il Consigliere regionale Enzo Marangoni e l'avvocato Andrea Reginelli hanno presentato un'interrogazione al Presidente della Giunta Regionale e all'Assessore competente sull'ipotesi di pedaggiamento della Fano-Grosseto.

All'interrogazione hanno aderito anche i movimenti: Libero Tavolo Anticasta, Alternativa Fano, Lista Civica Marche, Laura Serra e Idv Fano. "Il Fronte di Azione Popolare ha presentato un Ordine del Giorno ai protocolli di tutti i comuni della Provincia di Pesaro-Urbino, in cui si esprime preoccupazione e contrarietà ad ogni forma di pedaggio della superstrada Fano-Grosseto" spiega Giacomo Rossi.

"Questa arteria stradale è fondamentale per collegare Adriatico e Tirreno ma occorre fare chiarezza sulla vicenda. Prima di tutto vogliamo capire se rimarrà così com'è oppure se diventerà autostrada, perché in tal caso sarebbe contemplabile la richiesta di un progressivo pedaggio da attivare però in un secondo momento, e comunque servirebbero anche ulteriori lavori, come la realizzazione della terza corsia" - continua Rossi - "Nel caso invece che il tratto di superstrada resti invariato non avrebbe alcun senso far pagare un pedaggio. In particolare, va lasciato esente da qualsiasi forma di pagamento il tratto Canavaccio-Fano, già ultimato con finanziamenti pubblici, e il tratto Acqualagna-Fossombrone".

"Un altro problema riguarda l'eventuale chiusura di alcune uscite come quelli di Lucrezia, Calcinelli, S. Ippolito e Fossombrone, ciò non farebbe che aggravare la viabilità lungo la Flaminia e la S.P. 92, già piuttosto congestionate dal traffico quotidiano" concludono Rossi e Reginelli.

Enzo Marangoni sottolinea l'importanza di coinvolgere il territorio e coloro che lo abitano. "La Fano-Grosseto rappresenta la più grande opera incompiuta delle Marche ma prima di tutto occorre capire cosa ne pensano i cittadini, i comuni e le associazioni di categoria. Basta con le decisioni prese dall'alto senza ascoltare il parere di chi vive in questo territorio, serve una partecipazione democratica. Ora non resta che stare a vedere quali e quanti comuni appoggeranno il nostro progetto".








Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2012 alle 13:02 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 1213 letture

In questo articolo si parla di politica, fano-grosseto, Giacomo Rossi, interrogazione, Enzo Marangoni, Fronte Azione Popolare, Sabrina Giovanelli, andrea reginelli, Fronte Azione Popolare Pesaro Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E4f


Giorgio Panaroni

19 maggio, 18:04
FANO - GROSSETO. Ancora sullo zero a zero, vero?




logoEV