Dipendente di Equitalia colto da malore dopo una lite

Equitalia 1' di lettura Fano 10/10/2012 - Forze dell'ordine e 118 allertati da quello che sembrava il "grido di aiuto" di un dipendente di Equitalia, apparentemente sequestrato dal proprietario di una ditta sita nella zona industriale di Bellocchi...ma all'origine di tutto c'era una semplice lite.

E' successo tutto nella giornata di ieri, martedì 9 ottobre, intorno alle 13 in via Einaudi: un dipendente di Equitalia si presenta in una ditta della zona per pignorare dei mobili che in seguito sarebbero andati all'asta.
Da qui un'accesa lite tra l'"esattore" e il titolare della ditta in questione: nessuna colluttazione, ma uno scontro verbale che avrebbe provocato un malore all'impiegato della nota società di riscossione dei tributi.

La chiamata all'ambulanza è arrivata dallo stesso, ma evidentente le sue parole (che all'incirca suonavano così: 'Mi sento male, ho avuto un diverbio con una persona') sono state travisate, facendo pensare a molti che l'uomo colto da malore fosse in realtà stato fatto 'prigioniero' dal titolare, forse esageratamente adirato dalla sgradita visita.

Questa versione, dopo poche ore dall'accaduto, è stata però smentita: non sarebbe infatti stata inoltrata alcuna denuncia, ma sarà comunque compito dei Carabinieri capire quali siano le reali dinamiche dell'incidente.






Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2012 alle 18:07 sul giornale del 11 ottobre 2012 - 633 letture

In questo articolo si parla di cronaca, equitalia, Laura Congiu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EMk