Fano-Grosseto: Confartigianato Trasporti appoggia il progetto della Regione Marche

Gilberto Gasparoni 2' di lettura Fano 01/10/2012 - Confartigianato Trasporti Marche appoggia l'iniziativa della Regione ha sostegno della realizzazione della Fano-Grosseto. "Quest'opera rappresenta una direttrice importante che interconnette due mari e diverse regioni" hanno affermato Gian Mario Spacca e Vittoriano Solazzi all’incontro di Pesaro.

La Confartigianato Trasporti Marche, afferma il presidente Elvio Marzocchi, condivide l'importanza di completare la Fano-Grosseto e l'impegno assunto dalla regione anche con strumenti innovativi, pensati per quest’opera è di rilevante importanza.

La Fano-Grosseto è stata infatti inserita nelle reti europee Ten-T che danno la possibilità di accedere ai fondi Bei (contributo del 50% sulla progettazione e 10-20% sulla realizzazione dell’opera). Questo significa che c’è un forte interesse dell’Europa a realizzare quello che è stato ribattezzato land bridge, un ponte di terra tra la Spagna e i Balcani verso la Turchia. I ‘piloni’ di questo ponte sono i quattro porti, due tirrenici (Civitavecchia e Livorno) e due adriatici (Ancona e Ravenna). L’inserimento nelle reti Ten-T apre le porte a un finanziamento europeo che può abbattere i costi su progettazione e realizzazione.

La prima novità è dunque la prospettiva europea che si affianca a quella nazionale. La seconda è il coinvolgimento dei privati grazie al cui finanziamento si realizzerà l’opera. Il progetto sta entrando in una fase sostanziale dato che tre grandi imprese in associazione tra loro (Strabag, Astaldi e Cmc sono in campo), hanno manifestato il proprio interesse: ed entro il 30 ottobre dovranno presentare una proposta di fattibilità.

Secondo Confartigianato Trasporti aggiunge il responsabile sindacale, Gilberto Gasparoni, un ulteriore punto di forza, risulta essere l’intesa raggiunta dalle tre Regioni, Marche, Toscana e Umbria, per la definizione del progetto e l’avvio di una società di progetto, vera garanzia rispetto all’avanzamento delle opere. La Regione ci crede e se il progetto avanzerà si riuscirà ad aumentare la dotazione infrastrutturale delle Marche, oggi sotto dimensionata.

Per realizzare la Fano-Grosseto è necessario un forte impegno unitario delle Regioni e del Governo, una forte volontà di concretizzare questa struttura pur nella consapevolezza del difficile momento economico. Confartigianato apprezza che questa opera è stata posta al primo posto nel Piano delle infrastrutture strategiche della regione Marche, documento approvato dal Consiglio regionale il 3 luglio scorso sottolineando in questo modo che si tratta di una linea di comunicazione non solo regionale, ma nazionale e internazionale che rientra nelle infrastrutture di interesse europeo.

Confartigianato chiede anche di seguire attentamente la realizzazione della terza corsia dell'A14, opera anche questa strategica per la mobilità delle persone e delle merci, che si intersecherà con la Fano-Grosseto, contribuendo in maniera significativa alla crescita della sicurezza e della mobilità.


da Gilberto Gasparoni
Segretario Confartigianato Trasporti e Logistica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2012 alle 15:37 sul giornale del 02 ottobre 2012 - 437 letture

In questo articolo si parla di economia, confartigianato trasporti, fano-grosseto, gilberto gasparoni, infrastruttura, responsabile sindacale, Confartigianato Trasporti appoggia il progetto della Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Eqm





logoEV