Pri Fano: 'La provincia di Pesaro è meglio senza l'amministrazione provinciale'

Pri - Partito Repubblicano Italiano 2' di lettura Fano 16/07/2012 - Finalmente si sono rivelati i politici che per quarant’anni hanno difeso le province contro ogni ragionamento di buon senso e di risparmio della spesa pubblica.

Dapprima ci fu la Lega che bloccò il programma dell’ultimo governo Berlusconi, blindando l’iter parlamentare e costituzionale per la definitiva eliminazione delle province , poi i professionisti della politica si calmarono , fino a quando il governo del Presidente Napolitano e cioè il governo tecnico di Monti fece un decreto poi trasformato in legge sull’abolizione delle province , ma già in commissione dalla cancellazione completa si è passati alla soppressione e all’accorpamento di alcune province, nonché quelle di centri metropolitani, fra cui anche Messina, che metropoli sia Messina qualcuno ce lo deve spiegare forse perche si trova in Sicilia?

L’onorevole Giovanelli già pci, poi pds, poi ds ed ora pd si è vantato sulla stampa che ha salvato la provincia di Pesaro, ci domandiamo che cosa vuol dire salvare , forse salvare i posti al consiglio provinciale per la sua maggioranza? La sua posizione è impagabile, in parlamento vota l’abolizione delle province, mentre in commissione lavora all’incontrario e nel suo collegio si rimangia addirittura il suo voto parlamentare, rimaniamo stupefatti, perché non credo che ai cittadini interessino in qualche modo le sorti della provincia e dei suoi amministratori, con buona pace dei cinque comuni del Montefeltro, che, ora che Rimini sarà soppressa andranno sotto la provincia di Forli Ravenna, un caso di intelligenza politica tutta italiana.

Il caso dell’attuale Presidente della provincia l’ineffabile Ricci , che si vede sottratta la sua felicità con l’abolizione della provincia,cosa farà? Ma sulla sua sorte futura, da quello che si legge sulla stampa,sembra che Giovanelli e Vannucci abbiamo già designato il suo destino di politico.

Speriamo che il sogno, dell'abolizione delle province degli anni ’70 di Ugo La Malfa, si possa avverare, la lotta agli sprechi dell’onorevole repubblicano apparivano rintocchi stonati di una solitaria campana, oggi che in qualche modo si vuole mettere mano a questa lotta, però c’è sempre qualcuno che rema contro.


da Partito Repubblicano Italiano
Sezione di Fano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2012 alle 02:28 sul giornale del 17 luglio 2012 - 412 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Repubblicano Italiano Sezione di Fano, Pri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BEH





logoEV