Fondazione ex teatro Stabile delle Marche, Corte dei Conti dà ragione alla Provincia

Provincia di Pesaro e Urbino 1' di lettura Fano 09/07/2012 - La Provincia, sulla base del parere della Corte dei Conti, ha sospeso la rata del ripiano perdite della fondazione “Le città del Teatro”, ex Teatro Stabile delle Marche.

Lo ha comunicato lunedì mattina in consiglio provinciale il vicepresidente Davide Rossi. La vicenda viene riassunta dal dirigente provinciale Massimo Grandicelli: "Nel 2008 la Provincia di Pesaro e Urbino, insieme agli altri enti soci, aveva stabilito di iscrivere una quota (20mila euro, ndr) nel bilancio pluriennale per 10 anni, a garanzia della copertura delle perdite pregresse, antecedenti al 2007. Ma già due anni fa, all’inizio dell’attuale legislatura, precedendo la Corte dei Conti, l’amministrazione provinciale è uscita dalla fondazione, a cui aveva aderito nel 2005, a causa delle passività crescenti accumulate da “Le Città del Teatro”".

"Ora ci viene confermato che l’ente locale non può ripianare le perdite di una fondazione di diritto privato, né spalmare quote di debito sul suo bilancio pluriennale. Il pagamento, da parte della Provincia, è stato così bloccato. Ora stiamo studiando con i nostri esperti e gli altri soci (Regione, Comune di Ancona, Provincia di Ancona) le migliori modalità per garantire da una parte la correttezza amministrativa e dall’altra le possibili soluzioni alla vicenda".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2012 alle 18:22 sul giornale del 10 luglio 2012 - 157 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro urbino, corte dei conti delle marche, teatro stabile della marche, Fondazione ex teatro Stabile delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BoY