Ambulanti: salvi dalla Bolkestein

Confcommercio Pesaro ed Urbino 1' di lettura Fano 06/07/2012 - Con la firma dell’Intesa in sede di Conferenza Unificata si chiude finalmente la partita Bolkestein per il commercio su area pubblica.

Hanno ormai una fisionomia precisa i nuovi criteri per il rilascio e il rinnovo delle licenze e la professionalità, valutabile in base all’anzianità di servizio, è al primo posto. Decisamente soddisfatto è Giacomo Errico, presidente di FIVA CONFCOMMERCIO, l’associazione di categoria maggiormente rappresentativa a livello nazionale: “Un risultato straordinario. Centrato un obiettivo strategico: siamo riusciti a coniugare una maggiore concorrenza con l’equità e il rispetto dei diritti acquisiti. E tutto senza ricorrere a facili demagogie: la serietà e il coraggio nel confronto hanno pagato”.

Antonio Lirosi, ex “mister prezzi” e ad oggi responsabile Commercio e Diritti dei consumatori del Pd, ha affidato alle agenzie un giudizio simile: “La soluzione individuata, dopo le audizioni con le associazioni di categoria, è equilibrata perché stabilisce, in sede di prima applicazione, criteri di concessione dei posteggi su aree pubbliche che non vanificano gli investimenti effettuati e l'esperienza professionale degli operatori”.

Grande la soddisfazione in casa FIVA, certa di aver compiuto, grazie all’alleanza strategica con le Regioni e con l’Anci, che vanno ringraziate per il loro sostegno, e alla continua cooperazione con il MISE ed in particolare con il Sottosegretario De Vincenti, un reale passo in avanti per la tutela delle imprese.






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 06-07-2012 alle 23:57 sul giornale del 07 luglio 2012 - 339 letture

In questo articolo si parla di economia, urbino, confcommercio, pesaro, ambulanti, Confcommercio Pesaro ed Urbino, Bolkestein, cna roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BjN





logoEV