Mondolfo: l'Abbazia di San Gervasio apre al pubblico

1' di lettura 04/07/2012 - Vera perla dell’architettura romanica nella Provincia di Pesaro e Urbino, custode nell’affascinate cripta del più grande sarcofago ravennate presente nelle Marche, dichiarata monumento nazionale sin dagli inizi del ‘900, apre al pubblico settimanalmente a Mondolfo l’Abbazia di San Gervasio di Bulgaria.

Dal 13 luglio al 24 agosto, infatti, per turisti e residenti sarà possibile conoscere uno degli spazi più carichi di storia e d’arte non solo della Valcesano, ogni venerdì dalle ore 17 alle ore 19.

Il percorso di visita si snoda all’interno del tempio, ad impianto basilicale paleocristiano più volte rimaneggiato nel corso dei secoli, attraverso un recente restauro che ha scelto di privilegiare la lettura dei diversi interventi costruttivi.

Da non perdere la possibilità di ammirare la riproduzione al vero della Tabula Peutingeriana, esposta all’interno dei locali dell’Abbazia, l’antica carta con la rete viaria del’Impero Romano e la ubicazione della Statio di Ad Pirum Filumeni, ipotizzata nel territorio comunale di Mondolfo.

Visita straordinaria in notturna, poi, quella in programma per venerdì 10 agosto, per ammirare il luogo sotto le stelle.


L’ingresso all’Abbazia è gratuito. Per informazioni: www.comune.mondolfo.pu.it .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2012 alle 13:11 sul giornale del 05 luglio 2012 - 261 letture

In questo articolo si parla di cultura, mondolfo, comune di mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BaQ





logoEV