Sindaco Aguzzi: 'Lo scorporo del servizio idrico indurrebbe Aset al suicidio'

1' di lettura Fano 04/05/2012 - "E' sì possibile parlare di scorporo del servizio idrico da Aset, ma ciò darebbe il via ad una politica di suicidio dell'azienda stessa." Con queste parole il sindaco Stefano Aguzzi ha risposto al problema della privatizzazione dell'acqua in territorio comunale.

"Non vogliamo separare i vari servizi (acqua, rifiuti, ecc) di Aset -ha continuato Aguzzi-, ma cercheremo comunque di attenerci alle normative esistenti in merito e che spingono alla parziale privatizzazione e ad un utenza provinciale, impegnandoci a mantenere sempre una sorta di autonomia del bene pubblico.

Sottolineo comunque il fatto che tra noi e Marche Multiservizi non c'è stato un contatto diretto, e la nostra prima intenzione è quella di privatizzare solo per una piccola porzione il servizio idrico, nella speranza di non dover incorrere a fine anno in gare a livello d'ambito, la cui conseguenza diretta e inevitabile sarebbe lo scioglimento dell'azienda e di tutti quei settori a cui è a capo."






Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2012 alle 15:31 sul giornale del 05 maggio 2012 - 223 letture

In questo articolo si parla di attualità, Laura Congiu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yCX





logoEV