Marotta: Diotallevi (Per Cambiare) contro l'abbandono dell'hotel Europa

2' di lettura Fano 27/04/2012 - L’hotel Europa rappresenta ormai da molti anni l’ecomostro di Marotta. Un'immensa struttura turistica chiusa e decadente che domina la cittadina balneare. Da anni si parla di un suo recupero ma ad oggi ancora nessuna notizia se non quelle negative.

L’hotel infatti torna ogni tanto alla ribalta per la sua situazione di abbandono e di pericolo. Nel 2010 era stato oggetto addirittura di un incendio (apparentemente doloso) che aveva rovinato parte della struttura. Nell'ottobre dello scorso anno come lista civica hanno abbiamo presentato un’interrogazione a firma del consigliere Nicola Barbieri nella quale chiedevamo informazioni e rassicurazioni su un possibile recupero della struttura anche dal punto di vista della sicurezza.

Non possiamo piu’ permetterci di avere un tale obbrobrio sul nostro lungomare che fa letteralmente scappare i turisti, bisogna intervenire quanto prima presso la proprietà (Gilda Immobiliare srl) per arrivare ad un progetto di totale ristrutturazione dell’hotel. Siamo consapevoli della difficoltà di tale missione ma non possiamo continuare a lasciare tutto così.

Successivamente alla nostra interrogazione dell’ottobre 2011 il sindaco è stato addirittura costretto ad emanare un’ordinanza (122 del 04/11/2012) per motivi di sicurezza con la quale ha fatto transennare l’area circostante ed intimato ai proprietari di intervenire per risolvere alcuni problemi della struttura ma al di là di alcuni piccoli minimi interventi sostanzialmente non è cambiato nulla. Abbiamo dovuto altresì prendere atto di una nuova richiesta per istallare un altra antenna per la telefonia mobile (oltre alle numerose già presenti) sul tetto dell’hotel.

Insomma non è accettabile che la proprietà non metta mano alla struttura perché tanto continua a guadagnare con le antenne. Non possiamo rimanere inermi . Chiediamo al Sindaco di riferire nuovamente in consiglio su eventuali nuovi sviluppi e sulle strategie che l’amministrazione comunale intende portare avanti per arrivare ad una soluzione del problema. Una località che aspira a crescere sul piano turistico e che ha guadagnato anche la bandiera Blu non può permettersi un simile mostro di cemento abbandonato e pieno di antenne.

Il tempo è scaduto da un pezzo… e i turisti non aspettano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2012 alle 18:17 sul giornale del 28 aprile 2012 - 447 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yl6