Confesercenti: sì ad 'Apriamo il Centro', no all’atteggiamento di Confcommercio

confesercenti Fano 30/03/2012 - Il Direttivo Confesercenti della zona di Fano, riunitosi giovedì sera nella sede dell’associazione, ha manifestato la propria disponibilità a collaborare con il nuovo Comitato di commercianti “Apriamo il Centro”.

L’assemblea, infatti, ha esaminato a fondo gli aspetti della congiuntura economica che da tempo grava sul settore, prendendo atto, inoltre, che le novità introdotte dal decreto Monti sulle liberalizzazioni hanno creato ulteriori aspettative nei consumatori. Il Direttivo si è trovato d’accordo, quindi, a larghissima maggioranza, sulla necessità di cambiare alcune abitudini consolidate, riconoscendo che bisogna aiutare –e non ostacolare- quei piccoli operatori che, per fronteggiare le difficoltà, decidono di sacrificarsi anche tenendo aperta la propria attività la domenica o la sera al di fuori del consueto orario di lavoro.

E’ vero però, secondo i vertici Confesercenti, che nuove aperture non sono comunque sufficienti per essere competitivi sul mercato, ma servono operazioni di marketing realizzate in maniera congiunta dagli operatori per ‘fare sistema’ ed essere più concorrenziali soprattutto nei confronti della grande distribuzione organizzata. Là dove ci sono gruppi di piccoli imprenditori che si organizzano con questi obiettivi, quindi, Confesercenti non può che mettersi a loro disposizione –sempre che lo vogliano- per aiutarli e sostenerli.

Per questi motivi, il Direttivo Confesercenti ha criticato l’atteggiamento assunto dal direttore di Confcommercio Francesco Mezzotero nei confronti del nuovo Comitato, evidenziando come Mezzotero si sia chiuso a riccio rispetto a un disagio evidenziato da un gruppo di operatori che, evidentemente, hanno sentito la necessità di esprimere posizioni diverse rispetto a quelle del ‘Comitato del Centro Storico’ di Confcommercio.

Quest’ultimo, nato quasi 20 anni fa da un’iniziativa congiunta di Confesercenti e Confcommercio, ha visto per alcuni anni la collaborazione di entrambe le associazioni, per poi passare sotto la gestione di Confcommercio, per atto unilaterale della stessa. Malgrado questo, Confesercenti non ne ha mai ostacolato le iniziative, ritenendo, anzi, importante appoggiare qualsiasi realtà associativa che si impegni a promuovere il piccolo commercio e i negozi del centro città.

Allo stesso modo, e tanto più in questo momento di crisi, anche nei confronti del nuovo Comitato “Apriamo il Centro”, Confesercenti ribadisce che non assumerà atteggiamenti aggressivi o di chiusura, controproducenti per tutta la categoria, ma anzi, è pronta a rendersi disponibile per un’eventuale collaborazione. Parallelamente, Confesercenti continuerà ad impegnarsi, come ha sempre fatto, per ostacolare iniziative –anche derivanti dall’Amministrazione Comunale- che possano portare allo svuotamento del centro storico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2012 alle 16:11 sul giornale del 31 marzo 2012 - 309 letture

In questo articolo si parla di attualità, confesercenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xbo