Due iniziative per non dimenticare la guerra in Bosnia

1' di lettura Fano 26/03/2012 - Nel marzo del 1992 le prime granate piovevano su Sarajevo e da lì a poco tutta la Bosnia veniva trascinata in uno dei conflitti più sanguinosi e crudeli della nostra storia. La guerra che conta il più alto numero di vittime civili su quelle militari della storia è anche una tra le guerre più dimenticate.

Eppure quello che successe in Bosnia (e in tutta la Jugoslavia) è e sarà specchio e monito per l'Europa intera. L'associazione di volontariato Lutva, già impegnata in un progetto di conoscenza del conflitto balcanico negli Istituti superiori della Provincia, vuole fare memoria di questo anniversario proponendo alla cittadinanza due incontri con l'autore e co-fondatore della casa editrice “Infinito”, Luca Leone.

Mercoledì 28 marzo alle ore 21 a Fano, presso la Mediateca Montanari, Leone presenterà il suo libro “Srebrenica, i giorni della vergogna” (Infinito edizioni, anno di pubblicazione 2005, quarta edizione 2011), il primo libro mai pubblicato in Italia sul genocidio di Srebrenica, un'altra pagina nera e dolorosa di storia dimenticata; giovedì 29 marzo, a Pesaro, alle ore 18 alla Libreria ‘Il Catologo’, in via Castelfidardo, Luca Leone farà un escursus, a partire dal suo volume “Bosnia Express” (Infinito edizioni, 2010), su quella che è la realtà della Bosnia oggi e quali sono le prospettive per questo Paese, che sembra non riuscire ad uscire dal suo dopoguerra.

Le iniziative sono promosse dall’associazione Lutva con la preziosa collaborazione del Gruppo Fuoritempo, del Comune di Fano - Assessorato alla Cultura e del Centro servizi volontariato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2012 alle 15:02 sul giornale del 27 marzo 2012 - 372 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, fano, bosnia, pesaro, Csv Pesaro, vivere pesaro, bosnia express, libri pesaro