Coordinamento Asshotel ai consiglieri: 'Non votate a favore di quella tassa!'

hotel 2' di lettura Fano 22/03/2012 - Contro la tassa di soggiorno, questa volta, scendono in campo gli albergatori in prima persona e lo fanno attraverso il Coordinamento Assohotel – Confesercenti di Fano.

“Chiediamo - spiegano i portavoce Maria Mori (Hotel Florence), Gabriele Orazi (Hotel Augustus) e Katia Panaroni (Hotel Corallo / Hotel Elisabeth2) - ai consiglieri una riflessione approfondita in vista della votazione che si svolgerà domani, 23 marzo 2012, e che sarà decisiva per l’approvazione o meno della Tassa di Soggiorno nel nostro comune. Ci siamo sempre espressi in maniera contraria all’applicazione di tale nuova tassa per una serie di motivazioni tra cui vogliamo sottolineare, in particolare, il fatto che i comuni della limitrofa costa romagnola hanno già dichiarato che non la applicheranno. E non solo loro, ma addirittura comuni dello stesso nostro territorio, come Mondolfo, hanno espresso la loro contrarietà.

Ciò potrebbe dare luogo ad una spietata concorrenza tra hotel, addirittura confinanti, non soltanto sul fronte dei prezzi, ma anche e soprattutto su quello della comunicazione mettendo ulteriormente in difficoltà il comparto turistico locale. Vogliamo anche ribadire il fatto che i prezzi della stagione 2012 sono già stati fatti e quella di soggiorno rischierà di rivelarsi una tassa che dovranno pagare gli albergatori poiché non potrà essere applicata ai turisti che hanno già prenotato.

Infine se è vero che il turismo è il settore da cui ci si attende la svolta decisiva verso la ripresa, ogni ulteriore imposizione rispetto alle attuali ostacolerà non poco il precorso poiché il nostro territorio sta già soffrendo un calo del 30% delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2011 e soprattutto in quanto la costa marchigiana vive per l’85% di turismo italiano, un target che avrà indiscutibili difficoltà quest’anno a causa della crisi e della recessione.

Chiediamo dunque una riflessione profonda, in vista della votazione, sulle ragioni dell’applicazione della tassa che potrebbe rivelarsi l’ennesimo ostacolo alla crescita del comparto, per lo meno per quanto riguarda l’applicazione in questo 2012. Ciò non toglie che si possa aprire, insieme alle Associazioni di categoria, un tavolo di discussione per gli anni a venire”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2012 alle 16:18 sul giornale del 23 marzo 2012 - 347 letture

In questo articolo si parla di attualità, confesercenti, hotel, asshotel

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wOV