Convalidato l'arresto di Saimo Luchetti, rischia fino a 15 anni di carcere

Fano 20/03/2012 - E' stato convalidato nel pomeriggio di martedì, da parte del Pubblico Ministero di Urbino Simonetta Catani, l'arresto di Saimo Luchetti. Il ragazzo, di 23 anni residente a Cagli, domenica aveva gettato la sua ex ragazza, Andrea Toccaceli di 18 anni anche lei di Cagli, giù da un viadotto a Fossombrone dopo averla picchiata brutalmente. La ragazza è ancora in pericolo di vita.

Poco dopo aver gettato il corpo della ragazza giù dal viadotto aveva deciso di tentare il suicidio buttandosi anche lui nel vuoto. I carabinieri, che indagano ancora sull'accaduto, avevano già notificato il fermo a Saimo Luchetti poche ore dopo il folle gesto. Martedì pomeriggio il PM di Urbino, Simonetta Catani, ha convalidato l'arresto. Nelle prossime 48 ore il giovane dovrà essere sentito dal Giudice per le Indagini Preliminari di Ancona per l'udienza di convalida.

Saimo Luchetti, muratore e giocatore di calcio a livello dilettantistico, è stato subito dichiarato fuori pericolo di vita. Per lui le accuse sono di sequestro di persona e tentato omicidio, accuse che potrebbero costargli 15 anni di carcere. Andrea Toccaceli, però, non è ancora stata dichiarata fuori pericolo di vita e, se le sue condizioni dovessero volgere al peggio, per Luchetti le accuse cambierebbero e gli anni di carcere potrebbero raddoppiare.






Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2012 alle 20:20 sul giornale del 21 marzo 2012 - 1692 letture

In questo articolo si parla di cronaca, alberto bartozzi, Saimo Luchetti, Andrea Toccacelo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wJF