Sant'Ippolito: la differenzia arriva al 76%, risultato record

rifiuti 2' di lettura 29/02/2012 - A Sant'Ippolito il 2011 ha portato ottimi risultati sul fronte della gestione dei rifiuti urbani. L'anno si è infatti concluso con un dato davvero eccellente: la percentuale di raccolta differenziata ha raggiunto il 76%. Questo dato pone Sant'Ippolito al primo posto assoluto tra i comuni che hanno affidato ad ASET i servizi di raccolta dei rifiuti, e tra i primissimi a livello provinciale, superando anche Comuni di dimensione superiore.

Grazie a questo risultato il Comune otterrà una serie di vantaggi ed opportunità che avranno effetti positivi per tutta la comunità. Innanzitutto il 76% di raccolta differenziata pone Sant'Ippolito ben al di sopra della percentuale del 60% indicata dalla legge come obiettivo per il 2011 e di conseguenza l’ecotassa per lo smaltimento dei rifiuti in discarica sarà ridotta dagli attuali 24 €/tonnellata a soli 6 € con evidenti vantaggi per le casse comunali. Sant'Ippolito sarà inoltre inserito tra i candidati del Premio Comuni Ricicloni per la Regione Marche 2012 promosso dall’Assessorato Regionale all’Ambiente, Legambiente Marche e ARPAM che mette in palio premi in denaro per le Amministrazioni Comunali che hanno raggiunto i risultati migliori nella gestione dei rifiuti.

Il Comune che già dal novembre 2007 aveva sperimentato il servizio porta a porta per carta e cartone, l’ha poi ampliato al vetro per le utenze commerciali e, nel novembre 2010 anche al secco non riciclabile e ai rifiuti organici, potenziando la raccolta di prossimità per le altre tipologie. Dopo il primo periodo che ha visto alcune prevedibili difficoltà per abituarsi alle nuove modalità, grazie ai comportamenti virtuosi di famiglie ed imprese, sono arrivati i primi incoraggianti risultati. Ormai gran parte dei cittadini ha infatti assimilato il cambiamento e ha preso coscienza che le scelte e i comportamenti individuali incidono sul benessere collettivo.

Gli ottimi risultati sono certo il frutto anche dell'impegno e la costanza dell'Amministrazione e dei dipendenti nel sensibilizzare i cittadini e nella costante e capillare azione di controllo sul territorio e di sanzione dei comportamenti scorretti.

Ancora una volta, anche nella gestione dei rifiuti, risulta evidente che la collaborazione fra l'Amministrazione e i cittadini può realmente contribuire a rendere migliore la "casa comune". In cambio di un minimo impegno personale tutto il paese è oggi più decoroso e pulito, la raccolta differenziata diventa così una conquista civica prima che ambientale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-02-2012 alle 14:32 sul giornale del 01 marzo 2012 - 399 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, sant'ippolito, Comune di Sant'Ippolito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vR6