Frontone: 13 mufloni trovati morti in pochi giorni

2' di lettura Fano 28/02/2012 - Dopo il ritrovamento del 18 febbraio scorso da parte dei soci U.R.C.A. (Unione Regionale Cacciatori dell’Appennino) di n. 6 mufloni maschi di età compresa tra i sei ed i tredici anni deceduti causa neve in località Fosso delle Nicchie in Comune di Frontone, altri mufloni sono stati trovati morti.

Sabato 25 febbraio a breve distanza dai primi, in località Ranco Baroncio, a ridosso delle abitazioni della frazione Caprile di Frontone, il personale dell’Azienda Speciale Consorziale del Catria, durante un sopralluogo di vigilanza sul territorio di competenza, ha ritrovato ancora in buono stato di conservazione altre sette carcasse di mufloni (sei maschi ed una femmina) anch’essi vittime della eccezionale nevicata che ha caratterizzato l’intero comprensorio montano.

Sono intervenuti sul posto per il recupero degli animali gli Agenti della Polizia Provinciale ed il personale del C.R.A.S. (Centro Recupero Animaili Selvatici).

Fortunatamente durante le azioni di recupero sono stati avvistati vivi ed in buone condizioni un maschio adulto, un piccolo e tredici femmine. Le perdite fatte registrare dal’unica colonia della specie presente sul territorio Regionale fanno ipotizzare una condizione di forte rischio per il futuro.

L’Azienda Speciale Consorziale del Catria, sempre attenta alla tutela delle componenti naturali del territorio montano, intende sensibilizzare le Amministrazioni competenti affinché tale importante risorsa, derivata da un progetto di introduzione risalente a 40 anni or sono (1973), non venga dissipata, con un inevitabile conseguente danno alla biodiversità del complesso ecosistema del Monte Catria ed alla sana fruizione di un turismo sostenibile, suggerendo l’opportunità di un mirato intervento di recupero della popolazione residua tramite oculato rilascio di un nuovo nucleo di individui che possano incrementare le possibilità che questa affascinante specie selvatica popoli ancora il futuro delle nostre montagne.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2012 alle 14:40 sul giornale del 29 febbraio 2012 - 664 letture

In questo articolo si parla di attualità, ilario taus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vOM





logoEV