San Costanzo: la giunta dice no alla chiusura dell'ufficio postale di Cerasa

poste italiane 27/02/2012 - La Giunta comunale di San Costanzo, con un ordine del giorno approvato lo scorso 9 febbraio, prende posizione sulla paventata chiusura dell’Ufficio Postale di Cerasa.

Dopo la notizia che Poste Italiane, nell’ottica del contenimento dei costi e dell’efficiente gestione cui sono tenute sulla base della vigente normativa di settore, ha deciso di tagliare alcuni sportelli postali tra i quali quello di Cerasa dal prossimo 1 marzo, l’Amministrazione comunale di San Costanzo si è subito resa disponibile per offrire a Poste Italiane la massima collaborazione per il superamento di questa decisione sfavorevole sul futuro di un servizio di estrema importanza per questa frazione che negli ultimi anni ha aumentato notevolmente il numero dei cittadini.

La Direzione P.T. ha addotto quale motivo della chiusura la non garanzia di condizioni di equilibrio economico; da parte sua questa Amministrazione sollecita la stessa direzione di Pesaro ad un riesame della decisione presa facendo rilevare che si tratta di un servizio essenziale a tutti gli effetti in un territorio vasto come quello del Comune di San Costanzo la cui soppressione comporterebbe un grave disagio per tutti i cittadini della frazione, soprattutto per gli anziani che sono per la maggior parte impossibilitati a raggiungere altre sedi per la difficoltà e la scarsità dei trasporti.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2012 alle 15:13 sul giornale del 28 febbraio 2012 - 313 letture

In questo articolo si parla di san costanzo, poste italiane, Comune di San Costanzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vLU