Dragaggio del porto: la conferenza dei servizi affronta il problema

luigi viventi Fano 23/02/2012 - Giovedì mattina si è tenuta ad Ancona la conferenza dei servizi per affrontare il problema del dragaggio del porto di Fano.

L’assessore ai Porti, Luigi Viventi, ha autorizzato un doppio intervento: il previsto dragaggio da 2 mila metri cubi per ripristinare la funzionalità dello scalo e arginare i problemi che ostacolano la navigazione e un intervento d’urgenza stabilito a seguito dell’incontro di ieri con la Prefettura di Pesaro e della segnalazione della Capitaneria di Porto, che servirà a liberare il passo di accesso del canale.

I metri cubi dragati in tutto saranno circa 3000 e lo stoccaggio avverrà in un’area del porto già destinata e predisposta con un’opera di contenimento provvisoria. La struttura regionale competente emetterà immediatamente il provvedimento di autorizzazione alla movimentazione del sedimento.

Spetterà poi alla Capitaneria di Porto il compito di emettere l’ordinanza per l’inizio dei lavori.
Già nei giorni scorsi l’assessore Viventi aveva ribadito che l’agibilità del porto di Fano rappresenta un'urgenza e una priorità per la Regione Marche.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2012 alle 17:03 sul giornale del 24 febbraio 2012 - 313 letture

In questo articolo si parla di porto, cronaca, fano, comune di fano, dragaggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vDj