Canone Tv alle imprese, dietrofront della Rai

Rai, sede regionale Fano 22/02/2012 - Dietrofront della Rai. La CNA di Pesaro e Urbino esprime soddisfazione per l’improvvisa retromarcia della tv pubblica, che in una nota ha precisato di non aver intenzione di esigere dalle aziende il pagamento dell’abbonamento speciale per il mero possesso di apparecchi come computer e simili, normalmente non finalizzati alla ricezione di programmi televisivi.

La CNA di Pesaro e Urbino è soddisfatta per la marcia indietro della Radiotelevisione italiana, che in una nota ha precisato espressamente “di non aver intenzione di esigere dalle aziende il pagamento dell’abbonamento speciale per il mero possesso di apparecchi come computer e simili, normalmente non finalizzati alla ricezione di programmi televisivi”.

La nota di viale Mazzini, però, non chiarisce completamente la questione. Secondo quanto specificato dalla Rai, infatti, il pagamento del canone speciale è dovuto dalle imprese solo in caso di possesso di “computer utilizzati come televisori (digital signage)”. La CNA, così come Rete Imprese Italia, chiede quindi l’intervento del Governo e del Parlamento per chiarire al di là di ogni dubbio, e una volta per tutte, una esatta normativa sul canone”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2012 alle 18:51 sul giornale del 23 febbraio 2012 - 343 letture

In questo articolo si parla di attualità, rai, CNA Pesaro, televisioni, vivere pesaro, canone rai, canone rai imprese