Mondolfo: è polemica sulla presenza di amianto

Carlo Diotallevi 2' di lettura 21/02/2012 - Dopo la sentenza del Tribunale di Torino che ha condannato a 16 anni di carcere ciascuno i miliardari svizzeri titolari della “Eternit” per disastro doloso permanente (migliaia di persone sono morte di tumore al polmone o di asbestosi) e omissione dolosa di misure antinfortunistiche non ci sono più giustificazioni per non intervenire anche nel nostro Comune con le necessarie bonifiche di edifici pubblici e privati nei quali sia rilevata la presenza di amianto.

Ecco perché già nello scorso mandato abbiamo presentato diverse interrogazioni e proposte tese all’individuazione e conseguente rimozione delle coperture in amianto presenti anche nel nostro territorio. Il Comune di Mondolfo ha finalmente
recentemente iniziato, anche grazie alle nostre pressioni, un monitoraggio della situazione nel nostro territorio avviando anche le prime rimozioni, ma non basta perché nei primi mesi sono stati accertati solo pochi casi mentre ce ne sono purtroppo ancora tanti altri.

Ecco perché il 26 gennaio di quest’anno (già prima della sentenza di Torino) abbiamo presentato una nuova interpellanza per conoscere dal Comune:

Se è stata predisposta una verifica delle eventuali coperture in amianto/eternit nei fabbricati ricadenti anche nelle aree industriali ed altre situazioni simili e se questi fabbricati risultino in regola col “censimento imprese” del Piano Regionale Amianto.

La lista delle imprese che hanno già provveduto alla “bonifica” e di quelle che invece non hanno ancora provveduto ed infine i risultati ottenuti ad oggi relativamente alla rimozione di tutte le fattispecie di coperture in amianto nell’intero territorio comunale.

Le coperture di grandi capannoni nei centri abitati sono infatti fonte di serissimi rischi per la salute pubblica. Gli agenti atmosferici sono micidiali nel deteriorare l’eternit rendendolo friabile e quindi pericoloso. Nevicate come quelle dei giorni scorsi, con rischi di crolli delle coperture e quindi, di sfaldamento dell’eternit, dovrebbero far riflettere sulla gravità della questione e sui rischi che corrono tanti incolpevoli cittadini.

Proprio in questi giorni ad esempio si è avuta notizia di possibili danneggiamenti che avrebbero riportato le coperture di alcuni stabili nel nostro territorio. Pertanto presenteremo subito un’interrogazione urgente per accertare se le coperture in oggetto sono realmente in amianto e per chiedere al Sindaco di effettuare un sopralluogo immediato al fine di garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori, dei clienti e dei residenti nelle zone in questione.

Bassotti Francesco, Diotallevi Carlo
Consiglieri Comunali della Lista Civica Per Cambiare – Mondolfo Marotta






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2012 alle 17:47 sul giornale del 22 febbraio 2012 - 450 letture

In questo articolo si parla di cronaca, amianto, carlo diotallevi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vwJ