'Città in Festa' al via la mostra di Paolo del Signore

3' di lettura Fano 15/02/2012 - Si è tenuto martedì alle ore 17.00 -presso l'ex chiesa di San Michele- l'incontro per la presentazione della mostra delle opere del pittore Paolo del Signore che rimmarà aperta fino al 22 febbraio.

Durante questo appuntamento a cui hanno preso parte - Alberto Berardi, presidente Federazione Italiana Carnevali; Luciano Cecchini, presidente dell’Ente Carnevalesca; Alberto Santorelli assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni; Simone Spinaci, presidente dell’Ente Manifestazioni - sono stati presi sotto esame molti argomenti.

A introdurre l'incontro è stato Alberto Berardi, il quale è sempre molto vicino alle sollecitazioni artistiche e creative. Secondo il quale il pittore ha creato lampade, ceramiche, tavoli e oggettistica, oltre che alla fondamentale serie di dipinti, che è stata realizzata attraverso l'utlizzo di tecniche diverse come l'acquerello, l'acrilico o una serie di lacche che hanno determinato una serie di immagini a rilievo, grazie anche all'ausilio di carta di diverso tipo come quella fatta a mano o accartocciata, si è arrivati a un ottimo lavoro finale dal punto di vista artistico e creativo.

Sicuramente il punto fondamentale della mostra è stato il riuscire a rappresentare il carnevale dal punto di vista artistico e culturale oltre che allegorico. Riuscendo a mettere insieme vari aspetti.

Il carnevale è visto come un momento di trasgressione attraverso la cosidetta maschera, e anche come “l'incubatorio della creatività” e in questa mostra ne si riesce a capire tutto il significato, attraverso le figure rappresentate da Paolo del Signore, definite tutt' altro che immobili perchè possono essere trovate anche in giro per la città di Fano come ben visibile nel video che accompagnava la mostra,un susseguirsi di immagini delle varie opere legate alla città che si ripetevano tra loro,si accavallavano e si scambiavano e anche attraverso le finestre dei dipinti dalle quali si intravede il colore, la gioia il divertimetno che il carnevale crea come festa soprattutto ai bambini.

Quest'ultimo è stato un altro tema principale , infatti per il pittore l'aspetto del mondo dei bambini è fondamentale, ed è stato creato appositamente per loro in collaborazione con l'erboristeria l'Agrifoglio un fascicoletto intitolato “ CREA – INVENTA – COLORA” contenente nove schede per giocare e dare adito alla loro fantasia. Questa erboristeria si è curata in questo modo oltre che della salute anche dell'aspetto creativo che è fondamentale.

Nel corso dell'incontro si è passati poi a parlare del famosissimo “prendigetto” inventato dal pittore stesso, che è molto utile per riuscire a raccogliere i dolciumi e la cioccolata durante il carnevale di Fano che viene lanciata dai carri. Questo oggetto è diventato anche una specie di souvenir della città di Fano, quest'anno è stata creata anche una seconda edizione con nuovi disegni,colori e forme e gia sono stati stampati circa 10.000 copie grazie anche al contributo della Carifano che fa da sponsor ufficiale.

Infatti Fano è conosciuta in tutta Italia e anche all'estero come “città del carnevale” diventando col tempo anche un logo/brend. Per questa festa vengono da tutta Italia portando turismo alla città

Secondo l'assessore il prendigetto sarà utile per “prendere al volo” dai carri circa 200 quintali di baci perugina, 100 quintali di ciocciolata e 30 quintali di caramelle, che saranno la minoranza.

Durante i discorsi tenuti dalle varie figure di rappresentanza sono stati nominati anche altri pittori che hanno preso parte all'incontro come John Betti o scrittori/scrittrici come Sara Cucchiarini che ha scritto il libro sulla “Moretta” la bevanda tipica dei fanesi. A conclusione dell'interessante incontro si è voluto definire la mostra come un introduzione al carnevale di Fano per far risaltare degli aspetti artistici e creativi che certe volte non vengono presi in considerazione ma che invece sono fondamentali culturalmente.








Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2012 alle 00:22 sul giornale del 15 febbraio 2012 - 272 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, carnevale, carnevale di fano, Giulia Cerri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/veJ





logoEV
logoEV