Paolini a Radio24: 'Sono il più sudista dei lombardi', poi canta Yesterday e bandiera rossa

Luca Rodolfo Paolini Fano 10/02/2012 - "Sono il più sudista dei lombardi" esordisce il Deputato alla Zanzara di Radio24. Quando i due presentatori lo incalzano sulla vicenda Cosentino Paolini risponde con tono fermo: "Ho letto le carte e sono pronto a qualunque dibattito". Ma in realtà il leghista, che non si professa nè "maroniano" nè "bossiano", è stato invitato alla trasmissione per cantare e si presenta in studio armato di chitarra.

"PolitiKanti (le ugole di palazzo)" è il nome della rubrica ideata dal presentatore de "La Zanzara" che mette alla prova, canora, deputati e senatori italiani con tanto di classifica. Giovedì sera ad esibirsi c'era proprio il Deputato fanese Luca Rodolfo Paolini che, armato di chitarra, si è difeso degnamente sia sui temi politici sia su quelli artistici intonando prima Yesterday, con una performance degna del primo posto, e poi Bandiera Rossa.

Durante la chiacchierata Giuseppe Cruciani e David Parenzo, conduttori della trasmissione, hanno incalzato Paolini anche su altri temi di politica ed attualità.

"Renzo Bossi è un ragazzo che a 22 anni è stato sovraesposto mediaticamente, nessuno è intellettuale a 22 anni, neanche io a 22 anni ero come sono oggi -difende così il figlio di Umberto Bossi e difende anche la scelta di candidarlo alle elezioni regionali -. E' stato eletto come tutti gli altri e poi i figli d'arte ci sono in tutti i campi, è normale che ci siano anche in politica come ad esempio La Malfa. Ma anche il figlio di Piero Angela secondo me è più bravo del padre".

Sul caso Cosentino, Paolini, votò contro la richiesta d'arresto e liquida rapidamente le polemiche: "Io sono pronto ad affrontare qualunque dibattito sul caso Cosentino, anche di fronte ai magistrati".

Dopo quasi mezz'ora di musica e chiacchiere Cruciani si complimenta ancora con Paolini per la prestazione canora: "Abbiamo scoperto un grandissimo cantante!" In chiusura, in un caso forse più unico che raro, il deputato leghista in imbarazzo intona Bandiera Rossa assieme a Parenzo, ma nonostante le insistenze dei due presentatori Paolini si rifiuta di cantare l'inno d'Italia.






Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2012 alle 17:12 sul giornale del 11 febbraio 2012 - 325 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega nord marche, luca rodolfo paolini, lega nord, alberto bartozzi, radio24, la zanzara e piace a michele

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/u4X





logoEV