Gruppo Ferretti acquisito dal gruppo industriale cinese Weichai

yacht 4' di lettura Fano 08/02/2012 - E’ la più importante operazione industriale della Cina sul mercato europeo. Un’operazione di circa 400 milioni di euro nel settore della cantieristica che rafforza la presenza di questo settore in Italia e sviluppa nuove produzioni a livello internazionale.

Così è stata illustrata l’acquisizione del Gruppo Ferretti da parte del Gruppo industriale Weichai, impresa della provincia dello Shandong leader a livello mondiale nella produzione di motori e autoveicoli pesanti. La presentazione della strategia del gruppo Weichai si è svolta al Ministero dello Sviluppo economico nel corso di un incontro cui hanno preso parte il Ministro Corrado Passera, il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e l’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Ding Wei. Il Gruppo Weichai era rappresentato dal presidente Tan Xuguang, dal presidente esecutivo Xinyu Xu e dal vicepresidente Cheng Qian. Erano presenti per il Gruppo Ferretti, il presidente Norberto Ferretti e l’ad Giancarlo Galeone accompagnati dai manager Lamberto Tacoli, Mauro Frattesi e Giovanni Pallucca. All’incontro si è poi unito il ministro del Turismo Piero Gnudi, che ha approfondito il progetto della Shig (Shandong Heavy Industry Group)-Weichai sotto il profilo turistico. Il Gruppo Ferretti ha basi storiche nelle Marche, dove vengono prodotti mega e maxi yacht (Ancona) e yacht coupé (Mondolfo).

“L’operazione del Gruppo Weichai – ha sottolineato il presidente Spacca – è il segno concreto delle relazioni ormai consolidate tra Italia e Cina che vedono le Marche in una posizione d’avanguardia. Relazioni che si concretizzano non solo con gli investimenti delle imprese marchigiane nel far east , ma anche con investimenti cinesi nel nostro territorio che riguardano l’economia reale e non strategie finanziarie. Si comprende sempre di più che per uscire dalla crisi occorre sviluppare collaborazioni di livello internazionale e che nessuna economia è al riparo dalle difficoltà: la linea maestra è quella dell’integrazione su progetti di qualità che riguardano l’economia reale che passa attraverso solide collaborazioni economiche. E’ quanto da molti anni le Marche stanno ricercando con diversi Paesi, tra cui proprio la Cina con cui venne sottoscritto nel 1992 il primo accordo di cooperazione proprio con la provincia dello Shandong, da cui proviene la Weichai”.

L’incontro al Ministero dello Sviluppo economico è servito per approfondire il progetto del gruppo cinese le cui prospettive, specie nei mercati emergenti del Pacifico e del Sud America, sono state definite molto interessanti. Di grande importanza le rassicurazioni del presidente Xuguang circa il mantenimento sia della produzione che dei livelli occupazionali attuali in Italia e lo sviluppo di ulteriori produzioni in Cina specifiche per il mercato asiatico. Uno dei punti fermi dell’accordo tra Weichai e Ferretti è stato non a caso il mantenimento del brand e della produzione in Italia. Da questo nuovo progetto può nascere nuova occupazione: un segnale di grande fiducia in un momento come quello che stiamo vivendo. Il mantenimento della produzione in Italia, accompagnato dallo sviluppo di nuove attività su scala internazionale, è la vera forza di questo accordo che si pone nel solco dell’intesa sottoscritta due anni fa tra i due capi di Governo nazionali per raddoppiare nel quinquennio successivo il volume di interscambio tra i due Paesi. SCHEDA Il gruppo Shig (Shandong Heavy Industry Group Co., Ltd.) è uno dei più competitivi gruppi cinesi nella produzione di beni industriali, con una gamma di veicoli commerciali di qualità, produzione di beni industriali e per le costruzioni. Weichai Holding Group, la più grande consociata di Shig, è una delle più grandi e competitive aziende cinesi nella produzione di veicoli pesanti e motori. Le numerose partecipate sono ai primi posti al mondo nei mercati di competenza: numero uno al mondo nei rispettivi settori sono Weichai Power, Shantui, Fast Gear, numero uno in Cina Hande Axle e Torch. Notevole la crescita dei ricavi del Gruppo Weichai negli ultimi anni: dai 16,9 miliardi di yuan del 2005, il gruppo è passato a 91,1 nel 2010 (107,6 miliardi complessivamente per Shig/Weichai).

La Regione Marche è gemellata sin da 1992 con la provincia dello Shandong, dove ha sede Weichai Group. Le autorità della provincia hanno chiesto alla Regione Marche di consolidare ulteriormente i rapporti, sia a livello istituzionale che economico e commerciale. In questa prospettiva è prevista una importante missione di sistema della Regione Marche nello Shandong a novembre 2012 che interesserà i settori strategici dell’economia regionale. La Regione Marche ha anche deciso di aprire una sede operativa nella capitale dello Shandong per favorire questa cooperazione e per fornire alle imprese marchigiane presenti in quell’area la necessaria assistenza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2012 alle 20:01 sul giornale del 09 febbraio 2012 - 1253 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia, yacht

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uZe