Mondolfo: IdV, 'Una giunta di soli uomini priva della ricchezza del confronto'

idv marche 06/02/2012 - "La recente sentenza del tribunale amministrativo regionale, riguardante la mancanza di assessori donna nella giunta comunale di Mondolfo chiude, per il momento, la vicenda sul piano giuridico e amministrativo", affermano Ninel Donini, responsabile regionale Donne IdV, e Manuela Subissati, responsabile provinciale Donne IdV Pesaro-Urbino.

In sostanza le dichiarazioni del sindaco che individuano nel “non voler esserci delle donne” la causa della mancata presenza delle donne in giunta sono state ritenute spiegazioni sufficienti e valide. Non entriamo nel merito della decisione del Tar né della risposta dell’amministrazione, ma, come responsabili regionale e provinciale delle donne IdV, partito attento al rispetto dei diritti di ciascuno ed in particolare delle donne, non possiamo non invitare i politici locali, e non solo, ad una riflessione. Quale idea hanno le cittadine e le elettrici di Mondolfo, della politica e dei comportamenti degli amministratori di Mondolfo, li giudicano così negativamente ed immodificabili oppure li giudicano talmente positivi da ritenere se stesse “superflue”? E quali iniziative, quale sostegno a favore dell’impegno delle donne è stato attuato a Mondolfo? Oppure le forze politiche che governano Mondolfo ritengono che si amministri meglio, più speditamente senza nessuna rappresentanza della metà dell’elettorato, cioè di quello femminile?

Continuano la responsabile regionale e provinciale IdV di Pesaro e Urbino, “lungi da noi ogni intenzione polemica, vogliamo esprimere solo una preoccupazione politica con l’augurio che l’invito alla riflessione possa portare alla modifica della composizione della giunta e al farsi avanti delle donne che hanno voglia di impegnarsi. Aggiungono “si stenta a credere che non ci sia neanche una donna che abbia voglia di sostenere le proprie idee e la propria visione dei problemi, contribuendo così all’amministrazione della città di Mondolfo”. Una giunta di soli uomini o, caso raro, di sole donne si priva della ricchezza del confronto e della collaborazione tra esperienze diverse… a meno che non si ritenga che ogni genere, pur su versanti opposti sia autosufficiente ed “onnirappresentate”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2012 alle 18:30 sul giornale del 07 febbraio 2012 - 510 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, italia dei valori, idv, donna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uSV