Mondolfo: caos neve, i bambini vengono rimandati a casa da scuola

carlo diotallevi 1' di lettura 01/02/2012 - Caos neve a Mondolfo e Marotta: Il Comune non fa l'ordinanza di chiusura, passano ovviamente i pulmini ma arrivati a scuola non li fanno scendere e in alcuni casi li rimandano a casa, in altri ( Campus) fanno restare i bambini sul pulmino per 40 minuti con l'autista e le bidelle che non sanno che fare.

Il Vice Sindaco conferma di non avere fatto l'ordinanza ma il problema è che sul sito del Provveditorato di Pesaro ieri sera sarebbe comparso un messaggio che dichiarava chiuse tutte le scuole della Provincia cosi alcuni insegnanti sono rimasti a casa. Mercoledì mattina improvvisamente quella pagina sul sito del Provveditorato è sparita.

Ma non è il Provveditorato o il Prefetto che decidono se le scuole rimangono aperte o chiuse sono i sindaci dei relativi comuni che lo fanno con ordinanze... quindi adesso come al solito parte il rimpallo delle responsabilità ma a rimetterci sono sempre i bambini e i genitori ( come due anni fa quando Cavallo fece un'ordinanza a metà mattinata gettando tutti nel caos).

Dal mio punto di vista credo che sia auspicabile che i Sindaci si uniformino comunicandolo il giorno prima alle indicazioni della Prefettura ( che diceva di chiudere le scuole) ma soprattutto è fondamentale che Dirigenti scolastici ed insegnanti si relazionino con il Sindaco e non con il Provveditorato o altri enti che non hanno potere in materia. Comunque stranamente quste cose capitano solo da noi. Assurdo, presentero' un'interrogazione per accertare le responsabilità di questo caos.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2012 alle 11:43 sul giornale del 02 febbraio 2012 - 1509 letture

In questo articolo si parla di politica, carlo diotallevi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uEh


un insegnante

sono un'insegnante,a scuola abbiamo ricevuto una circolare, dettata anche agli alunni per i genitori, che diceva di controllare la chiusura delle scuole collegandosi al sito www.usp.pesarourbino.it e quindi?!?

Quindi la colpa è del provveditorato ( e non vostra) che non doveva mandare circolari senza avere sentito il Sindaco che è l'unico che pu' ordinare la chiusura delle scuole. La cosa verrà chiarita nel prossimo consiglio comunale quando il sindaco relazionerà in merito. Grazie

Carlo Diotallevi




logoEV