Pergola: minoranza, 'Baldelli sindaco anti democratico'

pergola 2' di lettura 04/11/2011 -

“Alla faccia della trasparenza e democraticità. Ancora una volta il sindaco Francesco Baldelli dimostra un totale spregio dei principi basilari su cui si fonda la nostra società. L’ultimo grave esempio è la sparizione dei documenti istruttori a corredo delle delibere di variazione di bilancio di previsione e al piano esecutivo di gestione”. Così i capigruppo di minoranza del consiglio comunale di Pergola, Rosella Renzini Rossi della lista civica “Tutti insieme per Pergola” e Roberto Cecconi del Pd, che mettono in evidenza il comportamento anti-democratico del primo cittadino.



“Baldelli sta rendendo impossibile l’effettiva partecipazione ai lavori del consiglio comunale. Ormai da tempo ha infatti deciso di far sparire i documenti istruttori a corredo delle varie delibere. Documenti fondamentali dato che contengono i dettagli di spesa e quant’altro a seconda del tema in oggetto. Nei primi consigli comunali erano presenti nei fascicoli delle relative delibere, ma poi, per disposizioni impartite dal Sindaco, non sono stati più allegati. Ora noi della minoranza siamo costretti ad andare a bussare in ogni ufficio del Comune per chiedere quei documenti arrecando disturbo inutile e dispendio di tempo prezioso ai dipendenti comunali”. Ma non solo. “Come se non bastasse il sindaco Baldelli ha preso l’abitudine di convocare il consiglio ricorrendo all’urgenza. Proprio come in quest’ultimo caso. Una delle delibere di Giunta di cui siamo stati chiamati a discutere nel consiglio di domani, 5 novembre, risale al 6 settembre.

Se la ratifica deve avvenire entro 60 giorni, perché Baldelli ha aspettato fino ad ora, ricorrendo ad una convocazione straordinaria d’urgenza, per indire la seduta? E’chiaro! Per rendere ancora più difficile la piena partecipazione della minoranza alla gestione dell’attività amministrativa pergolese”. Infine, “a ulteriore riprova di come renda difficoltosa la partecipazione dell’opposizione ai consigli, dato che dimostra una congenita allergia ai principi democratici, ha cominciato a fissare i consigli di mattina e non più di sera come è sempre stato proprio per permettere a tutti i consiglieri di prendere parte alle sedute compatibilmente con gli impegni lavorativi di ciascuno. I consiglieri di minoranza non sono professionisti della politica!”

Rosella Renzini Rossi della lista civica “Tutti insieme per Pergola”

Roberto Cecconi del Pd






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-11-2011 alle 19:00 sul giornale del 05 novembre 2011 - 628 letture

In questo articolo si parla di politica, pergola, Gruppo di Minoranza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rfv