Inseguito dai bagnanti mentre tenta di rubare una bici, arrestato un moldavo

Polizia Fano 28/06/2011 -

Un moldavo di 29 anni, agli arresti domiciliari per reati passati, invece di stare a casa aveva organizzato una serie di furti di biciclette nel lungomare di Sassonia insieme ad un complice.



Domenica, attorno alle 15, il giovane è stato notato da alcuni bagnanti mentre cercava di rompere il lucchetto di una bici con delle tronchesi. Vistosi quindi scoperto, il 29enne ha tentato la fuga ma i bagnanti lo hanno inseguito.

Nel frattempo sono stati allertati gli uomini della Polizia che, coordinati dal vice questore aggiunto Silio Bozzi, hanno dovuto sudare le classiche sette camice per avere la meglio sul moldavo, un energumeno alto 1,90 che non ha risparmiato calci e pugni ai poliziotti anche per permettere la fuga del suo complice che a tutt’oggi è ancora ricercato dalle forze dell’ordine. Alla fine gli Agenti, con l'aiuto dei bagnanti, sono riusciti ad ammanettare e portare al comando il moldavo.

I tre Agenti, costretti a farsi medicare le contusioni riportare nella colluttazione con il 29enne al pronto soccorso del Santa Croce , sono stati giudicati guaribili con 10 giorni di prognosi mentre Vitalie Scorici è stato tratto in arresto con l'accusa di tentato furto di alcune biciclette.






Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2011 alle 19:31 sul giornale del 29 giugno 2011 - 580 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mHo