Violenza, IdV: 'Chiediamo una risposta forte da parte dell'amministrazione'

idv marche 1' di lettura Fano 27/06/2011 -

Come donna provo sgomento e rabbia per cio’ che è accaduto durante la Notte Bianca fanese anche se il linguaggio è povero di fronte a comportamenti cosi’ brutali e insensati.



Si dice spesso “sono delle bestie” anche se cosi’ facendo si offendono gli animali che non conoscono lo stupro e sono molto protettivi verso i loro piccoli. Registriamo purtroppo come ancora una volta e tristemente il corpo della donna sia l’oggetto attraverso il quale il genere maschile eserciti prevaricazione e violenza, specialmente di notte, quando la spiaggia diventa terra di nessuno, un “non luogo” dove la Notte da Bianca diventa Nera. Sia che si tratti di violenza sessuale esercitata da sconosciuti in spiaggia, sia che si tratti di maltrattamenti tra le mura domestiche, resta il denominatore comune di una cultura che considera la donna oggetto e non soggetto, in un clima generale di sottovalutazione e svilimento della figura femminile.

E’ difficile entrare anche solo mentalmente nella dimensione di una simile esperienza e qualsiasi parola per esprimere una vicinanza affettiva si colora subito di angoscia e dolore. Le leggi cercano di regolare gli istinti distruttivi, la cultura abitua alla sublimazione. Piu’ è civilizzato un paese, piu’ le regole vincono sugli impulsi naturali e su certi istinti primordiali di prevaricazione “del maschio sulla femmina”. Chiediamo ora una risposta forte da parte dell’amministrazione comunale ed interventi concreti affinchè simili atti non si ripetano piu’.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2011 alle 18:16 sul giornale del 28 giugno 2011 - 416 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, stupro, italia dei valori, idv, Idv Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mD3