Mascarin: 'Dobbiamo riflettere sul futuro delle notti bianche'

Samuele Mascarin Fano 27/06/2011 -

Ha ragione il Prefetto Attilio Visconti: a chi conviene continuare le Notti Bianche così come sono state modellate? Crediamo che il drammatico e desolante episodio di violenza sessuale ai danni di una ragazza quindicenne da parte di altri minorenni debba porre degli interrogativi a tutti, in primo luogo agli organizzatori della Notte Bianca.



Gli operatori del Pronto Soccorso di Fano hanno dichiarato di aver dovuto allestire quella notte un’intera sala per assistere le persone in stato di ubriachezza, molti addirittura in coma etilico, per la gran parte minorenni. Altri sono stati medicati perché “avevano gli occhi neri per dei pugni”. Tutto questo non è imputabile allo scarso controllo esercitato dalle forze dell’ordine, che anzi si sono prodigate: semplicemente è impensabile che esse possano controllare e garantire la sicurezza in modo completo quando migliaia di giovani e giovanissimi si riversano in città e nonostante i divieti di legge, come ha ricordato il Prefetto stesso, vengono somministrati alcolici ai minorenni.

Se poi si considera che lo sforzo di organico richiesto alle forze dell’ordine per la Notte Bianca comporterà la rinuncia ad altri servizi di sicurezza nei prossimi giorni… viene davvero da chiedersi, senza velleità polemiche: ha senso tutto questo? Si può in nome del facile guadagno di un sera accettare i rischi che porta con se questo tipo di evento, il qualche si è dimostrato del tutto incontrollabile? Per favore basta con l’ipocrisia e chi di dovere dica chiaramente che o si cambia o non ha davvero senso continuare, né con la Notte Bianca né con qualunque altro evento che possa riprodurre le condizioni in cui è avvenuto ciò che è avvenuto. Sarebbe un gesto di buon senso e di onestà che la maggioranza dei cittadini apprezzerebbe.


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2011 alle 18:16 sul giornale del 28 giugno 2011 - 1709 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, violenza, samuele mascarin, sinistra unita, minorenne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mD2


Si al divertimento no allo sballo.La nostra libertà finisce dove comincia quella dell'altro, non dimentichiamo chi ha bisogno di riposare, come gli ammalati, gli anziani. E perchè no anche i turisti che sono venuti per un periodo di riposo con la famiglia. Ma forse, cari operatori turistici, questi non torneranno più. Forse perdendo giornate di presenza totale.