La posizione della Consulta della Cultura sul Teatro Romano

consulta della cultura fano 2' di lettura Fano 23/06/2011 -

A nome di tutte le associazioni aderenti, la Consulta della cultura di Fano presenta il seguente comunicato ed esprime la propria posizione a riguardo della questione sui resti del teatro romano.



Pur se i tempi caldi del dibattito sono passati, riteniamo in questo momento necessario chiedere ad ogni attore civico, pubblico e privato, di proclamare un impegno risoluto di tutela del nostro centro storico. Noi, associazioni del volontariato fanese, operanti in campo culturale, riteniamo infatti che la salvaguardia di tutte le testimonianze del passato, sia recente che lontano, debba essere tra i valori costitutivi della gestione cosa pubblica.

Ciò, perché è doveroso difendere i diritti, di conoscenza e di approfondimento dello studio del passato, non solo della generazione attuale ma anche di quelle future. Quest’azione di salvaguardia non può essere soggetta ad alcun compromesso quando riguarda un luogo che conserva strutture utilizzate per secoli come luogo del vivere in comune della popolazione di una città. Nei resti del teatro romano, oltre al valore puramente archeologico, già di per sé importante, si deve considerare quello simbolico: questo è il luogo dove, per tutto il tempo della civiltà romana ed oltre, il senso di appartenenza alla comunità fanese ha assunto un significato concreto.

Ma c’è di più. Poiché quella zona era il centro della città, solo con uno scavo, sistematico e approfondito, su tutta la superficie, si avrà la possibilità di delineare con certezza tipo e forma delle antiche costruzioni, di far rivivere il paesaggio urbanistico di allora e soprattutto di capire il modo in cui si risolse architettonicamente l’istanza civile e quella religiosa. data l’enorme importanza di quest’ultima visto il nome della città stessa: Fanum Fortunae. Chiediamo perciò che questo spazio, per secoli a destinazione pubblica, rimanga tale.

Auspichiamo inoltre che, per permettere la migliore fruizione degli antichi resti, possa essere avviato un percorso che porti alla costituzione di un nuovo e moderno Museo Civico della città di Fano con il concorso sia di enti pubblici che di soggetti privati. Il nostro non è solo un desiderio, ma una ferma volontà di azione e di appoggio a tutti coloro che condividono questa futura prospettiva per la nostra città. Ci auguriamo perciò di poter vedere in prima fila tra gli appassionati di Fano gli stessi proprietari.


da Consulta delle associazioni culturali di Fano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2011 alle 13:54 sul giornale del 24 giugno 2011 - 564 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Consulta delle associazioni culturali di Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mst